Dall'Apro di Alba al lavoro in Europa

ALBA «Un’esperienza che non può essere dimenticata, un’emozione che ci rimarrà per sempre». Commentano così i ragazzi di Apro formazione che hanno partecipato al programma “Erasmus plus”, svolgendo un periodo di stage in aziende estere.

Lunedì 9 maggio, in occasione della Festa dell’Europa, nella sede albese di Apro, i ragazzi e le aziende coinvolte nel programma di scambio hanno ricevuto rispettivamente i certificati Europass mobility e European hosting company.

Presenti anche il presidente della scuola Olindo Cervella e l’assessore alla programmazione e al bilancio Luigi Garassino, che si complimenta con i giovani: «In questo periodo di grandi tensioni sociali, per raggiungere la pace non servono muri, ma unioni e voi ragazzi, nativi europei, state percorrendo la strada verso l’integrazione, la libertà e il progresso».

L’esperienza ha permesso ai giovani di avere un primo approccio con il mondo del lavoro e di comprendere gli usi e i costumi dei paesi europei.

Andrea, diciottenne impegnata nel settore parrucchiere, che ha svolto il suo stage in Francia, a Bordeaux, dichiara: «All’inizio è stata dura per la lingua, ma poi ho instaurato rapporti di fiducia con i clienti e ho migliorato le mie conoscenze pratiche».

Jessem, elettricista diciottenne afferma: «Ho imparato a utilizzare strumenti mai usati e continuo a mantenere i rapporti con i colleghi conosciuti a Colonia, in Germania».

Uno scambio che verrà ripetuto anche nei prossimi anni e che promette di estendersi anche ai neodiplomati di ogni scuola albese.

Enrica Dellapiana