Donne in nero contro la guerra manifesteranno sabato 29 settembre in via Maestra ad Alba

Giornata del rifugiato, le Donne in nero manifestano
Una recente manifestazione delle Donne in nero contro la guerra ad Alba.

ALBA Le Donne in nero contro la guerra manifesteranno in silenzio, sabato 29 settembre dalle 18 alle 19, in via Maestra distribuendo un volantino dal titolo  Vogliamo vivere senza odio e senza paura.

Nel mondo d’oggi è diventato normale e “giusto” risolvere i problemi con la forza:

Si militarizzano le frontiere e le coste, per “difenderci” dall’arrivo di chi fugge da povertà e guerre; e i mari diventano cimiteri per migliaia di loro.
Si militarizzano le nostre città: si propongono ronde armate, pistole elettriche per la polizia, telecamere ovunque…
Si militarizzano le nostre vite: aumenta e diventa sempre più facile l’acquisto di armi per la “difesa” personale (= il diritto di uccidere!!).
Si militarizzano le nostre menti: si diffonde – anche attraverso interventi dell’esercito nelle scuole – una cultura che presenta come normale, anzi giusto se non “eroico”, il ricorso alla guerra.
L’ossessione della sicurezza crea continuamente dei nemici da temere: il diverso, lo straniero, chi è “altro da noi”.

Desideriamo davvero vivere nella paura?
Pensiamo davvero che essere armati significhi esser più sicuri?

NO! Noi vogliamo SCEGLIERE LA PACE, che significa

– assicurare accoglienza e sostegno alle persone che fuggono da guerre, fame, regimi oppressivi, affinché possano coltivare una speranza per il futuro, nostro e loro.
– costruire una nuova politica basata sul rispetto, anche per chi si trova in posizione diversa o distante da noi, una politica che ripudi davvero e per sempre la violenza e la guerra.
– capire che la sicurezza armata non è sicurezza e attivarsi per chiedere ai governi di porre fine alla produzione e al commercio delle armi.

fuori la guerra e la violenza dalle nostre vite

Donne in Nero contro la guerra – Alba – dinalba13@gmail.com
Manifestiamo in silenzio, sabato 29 settembre dalle 18 alle 19, in via Maestra

Banner Gazzetta d'Alba