Guglielmo, Giovanni e Giacomo Gai riceveranno a Canale l’ultimo tartufo dell’anno

Guglielmo, Giovanni e Giacomo Gai riceveranno a Canale l'ultimo tartufo dell'anno 1

CANALE Sarà assegnata domenica 13, durante il raduno dei trifolao e dei cani da tartufo, la prima edizione del premio all’imprenditore dell’anno 2018, iniziativa ideata dall’Enoteca regionale del Roero e nata per dare risalto alle realtà imprenditoriali che più hanno saputo valorizzare il territorio, investendo e creando innovazione. A ricevere l’onorificenza e a ritirare il premio (consistente nell’ultimo tartufo dell’anno) saranno tre giovani imprenditori: Guglielmo Gai, Giovanni Gai e Giacomo Gai, seconda generazione alla guida della ditta Gai di Ceresole, specializzata nella produzione di macchine imbottigliatrici. La commissione ha individuato all’unanimità nei figli dei fondatori della ditta
Gai un importante esempio di imprenditoria giovane, capace, rispettosa del territorio e volta al futuro.

Leggi le notizie più recenti sulla Gai di Ceresole

Le  motivazioni della scelta sono: l’attenzione all’ambiente con l’installazione di impianti per il risparmio energetico, l’investimento in immobili e impianti d’avanguardia rivolti alla crescita
dell’azienda anche all’estero e l’aumento dei posti di lavoro.

Gai: «Noi italiani lavoriamo bene, ma il carico burocratico è pauroso»
La famiglia Gai, con mogli e figli (nella foto sullo sfondo: Giacomo, che ha avviato l’azienda nel 1946, insieme alla consorte Elsa); nell’articolo: alcuni scatti all’interno dell’azienda ceresolese.
Banner Gazzetta d'Alba