Fine d’anno diverso al monastero delle Clarisse e al santuario Madonna dei fiori di Bra

Dalle suore di clausura una lezione  di solidarietà a tutto il paese 5

BRA Far festa a Capodanno significa solo prender parte a cenoni o passare l’ultimo dell’anno in attesa della mezzanotte nelle discoteche fino alle prime luci dell’alba? Per poi dire a tutti che ci si è divertiti un mondo, mentre in realtà non è così. Anche quest’anno, proseguendo una consolidata tradizione, ci saranno dei modi alternativi per celebrare Capodanno. Queste iniziative di moltiplicano non solo nella nostra città.  Le sorelle Clarisse di viale Madonna dei fiori 3, per il terzo anno consecutivo propongono un Capodanno all’insegna della preghiera.

«Il primo anno in cui abbiamo proposto questa iniziativa – dice Suor Maria Amata che organizza l’incontro – ci siamo trovati non molto numerosi. Tuttavia, già l’anno seguente, il numero era salito in modo consistente. Si erano aggiunte molte famiglie e dunque anche quest’anno proporremo a quanti lo vorranno questo modo un po’ diverso, ma neppure troppo strano di concludere l’anno e iniziare quello nuovo: affidarlo al Signore». Martedì 31 dicembre alle 22.30  verrà celebrato un rosario per la pace; alle 23 l’adorazione eucaristica e a mezzanotte la Messa. Al termine della celebrazione seguirà un momento di festa e di fraternità con le “Dolcezze del convento” nei locali del Monastero con lo scambio di auguri. L’invito è aperto a tutti.

Anche al santuario della Madonna dei fiori ci sarà un Capodanno all’insegna della veglia e della preghiera: alle 22.30 l’adorazione eucaristica, alle 23.30 la Messa.

Lino Ferrero

Banner Gazzetta d'Alba