Basket, serie B: un super Olimpo mette ko Omegna

Basket, serie B: un super Olimpo mette ko Omegna 5

PALLACANESTRO / SERIE B

OLIMPO ALBA – OMEGNA 59 – 48

Olimpo Alba: Antonietti 6, Danna 2, Terenzi, Tarditi 4, Rossi 15, Giorgi 11, Coltro 18, Richetta, Tagliano 1, Ielmini 2.

L’Olimpo cala la quarta vittoria in fila sul suo percorso in serie B: domenica sera a Corneliano l’Omegna prima in classifica ha segnato meno di cinquanta punti, contro una media stagionale di 72, e ha dovuto lasciare il campo alla «partita perfetta» – parole di Jacomuzzi – degli albesi. Questi ultimi, privi di Terenzi, hanno avuto molto meno dal tiro da lontano e molto di più dal gioco vicino a canestro.

Danna, Coltro con un “due più uno” e Rossi aprono la serie dei canestri; Antonietti allunga (11-44 al 3’) e poi serve a Tarditi la palla del 13-4 del 5’. Per costruire la propria rimonta Omegna, nella seconda parte del tempo, approfitta degli errori al tiro dei locali e si affida ai liberi par passare in vantaggio allo scadere (15-17 al 10’).

Nel periodo successivo le triple di Giorgi e Ielmini riportano Alba avanti (20-19 al 12’), Rossi rintuzza la nuova avanzata degli ospiti (23-23 al 14’), ma sono le penetrazioni di Coltro e il gioco sulle linee di passaggio da piccoli e lunghi che compongono la materia del 9-0 grazie al quale l’Olimpo arriva al 32-23 del 18’. Allo scadere Coltro lascia sulle gambe la difesa schierata di Omegna e chiude il tempo sul 36-25, con un parziale di 21-8 destinato a lasciare il segno.

L’asse Coltro-Antonietti continua a funzionare anche dopo la pausa; la guardia braidese macina uno contro uno, serve il lungo appena può e tira quando deve. La pressione di Omegna si spinge fino al 38-31 del 24’, Antonietti sigla il rotondo 41-31 del 25’. Poco dopo tocca Giorgi catturare con un grande rimbalzo l’occasione per il 45-35, poi Coltro pesca Tarditi per la schiacciata e nel finale Rossi ruba palla e dà spettacolo per il 51-35 del 30’.

In apertura dell’ultimo quarto l’Olimpo raggiunge con Coltro il massimo vantaggio (53-35 al 32’), poi scivola in una serie di passaggi a vuoto e in canestri regalati. Ma la difesa regge e quando Rossi rompe un digiuno durato sei minuti (55-42 al 37’) l’ultima occasione dell’Omegna è tramontata. All’Olimpo non resta che controllare – 58-48 al 39’ con Coltro dall’angolo – e infine festeggiare per il primo punto del campionato del giovane Tagliano, segnato dalla lunetta a tempo scaduto. Finisce 59-48.

«Abbiamo giocato con grande intensità contro una squadra molto forte anche dal punto di vista fisico. Tutti sono stati autori di un’ottima prova», commenta Jacomuzzi. Sabato l’Olimpo sarà a Capo d’Orlando. All’andata fu vittoria netta, ma in Sicilia è mai facile vincere.

Banner Gazzetta d'Alba