Neive: assegnata la gestione dell’ufficio turistico Il sindaco: «Struttura preziosa per il paese»

Neive: assegnata la gestione dell’ufficio turistico Il sindaco: «Struttura preziosa per il paese»

NEIVE Il Comune è pronto a ripartire dopo il lockdown, in particolare sul fronte turistico, e lo ha fatto aprendo l’ufficio inaugurato lo scorso ottobre e affidandone la gestione all’agenzia Il tourbante di Bra. L’agenzia si occuperà dei servizi di informazione e accoglienza turistica, della gestione della torre dell’orologio (recentemente restaurata e accessibile al pubblico, ma non ancora inaugurata a causa dell’emergenza sanitaria), del Museo della Donna selvatica, dei vari servizi culturali del paese. Inoltre collaborerà con tutte le attività ricettive e turistiche di Neive attraverso l’organizzazione di iniziative promozionali, eventi, visite guidate, attività di trekking e altro.

«Sono convinta che, per la realtà del nostro borgo, la presenza di un ufficio turistico ricopra un ruolo chiave per l’accoglienza, la promozione, l’informazione e l’organizzazione di attività. Neive appartiene al Club dei borghi più belli d’Italia, ha ottenuto la bandiera arancione e il riconoscimento di sito Unesco. Questo ha comportato una forte crescita di un turismo sempre più esigente, più internazionale e più green», commenta il sindaco di Neive Annalisa Ghella. «Questo particolare momento storico, che ha messo in ginocchio l’intero comparto del turismo, rende questa iniziativa ancora più preziosa», conclude Ghella.

Alla gestione dell’ufficio turistico, si affiancherà l’agenzia di viaggi, a disposizione di tutti i neivesi. «Da neivese, è motivo di grande orgoglio potermi prendere cura della promozione del paese dove sono nato e cresciuto, mettendo a disposizione tutta la mia passione e il mio know-how», commenta Massimo Doglia, titolare dell’agenzia, assieme alla direttrice tecnica Barbara Zanatta, la quale dichiara: «Farò del mio meglio per promuovere Neive con la sua storia, l’enogastronomia e tutte le sue potenzialità a livello culturale e turistico».

Silvana Fenocchio

Banner Gazzetta d'Alba