La Expergreen di Vezza vuole crescere grazie alle mandorle siciliane

La Expergreen di Vezza vuole crescere grazie alle mandorle siciliane

VEZZA Sarà completamente digitale l’edizione 2020 dell’Intesa Sanpaolo elite lounge, il percorso creato in collaborazione fra Intesa Sanpaolo, Elite (società di servizi integrati del gruppo London stock exchange) e Confindustria per accompagnare le piccole e medie imprese in percorsi di formazione, crescita, passaggio generazionale e apertura al mercato. Alla sesta classe del programma, che in due anni ha introdotto oltre 140 imprese italiane al percorso formativo, parteciperanno 24 società provenienti da dieci regioni, quelle più colpite dalla pandemia e appartenenti a diversi settori industriali. Le uniche rappresentanti del territorio cuneese sono la Monge di Savigliano e la Expergreen di Vezza. Dichiara Stefano Barrese, responsabile banca dei territori di Intesa Sanpaolo: «Oggi è ancor più significativo garantire alle nostre imprese la migliore consulenza, oltre al credito, per accelerarne la crescita».

Aggiunge Carlo Robiglio, presidente della piccola industria e vicepresidente di Confindustria: «Per ripartire è necessario riuscire a trasformare un uragano come il Covid-19 in uno sprone a cercare nuove vie per tornare a correre. Tutto ciò è possibile solo puntando su formazione, riorganizzazione aziendale e attitudine al cambiamento». Prosegue Massimiliano Lagreca, direttore di Elite capital services: «Il nostro obiettivo è accelerare i processi di crescita e facilitare l’accesso al mercato affiancati dal proprio partner bancario».

La giovane realtà di Expergreen, nata nel 2012 a Pocapaglia, ha ambizioni di crescita importanti. Fondata da Felice Amante e Francesco Monnati, è nata come società meramente commerciale e, anche grazie a una squadra giovane e motivata con età media inferiore ai 35 anni, ha progressivamente investito nella produzione diretta, in particolar modo nel mondo della frutta secca biologica. Oggi sono piantumati 150 ettari di mandorli a Noto, in Sicilia, e l’intenzione è di arrivare entro breve a 500 ettari, tutti a regime di produzione biologico. «Siamo nati appena otto anni fa, partiti con un capitale minimo. In autofinanziamento, siamo riusciti a fare un pezzo di strada, ma abbiamo ancora voglia di crescere. Ogni volta che arriviamo da qualche parte e raggiungiamo un buon risultato come questo, siamo dell’idea che tocchi ricominciare daccapo. L’opportunità che ci ha donato il progetto Intesa Sanpaolo Elite lounge va nella direzione che abbiamo seguito sin dall’inizio: formazione continua per migliorarsi e crescere. In questo percorso avremo l’occasione di confrontarci con realtà molto più strutturate della nostra e capire cosa si aspettano gli investitori quando ci si imbarca in un progetto del genere», afferma Monnati.

La Expergreen ha recentemente acquistato il 40 per cento del Biscottificio del Roero, una realtà storica del territorio, caratterizzata da produzione di alta qualità, ma con scarsa presenza sul mercato. Con il recente trasferimento dello stabilimento a Borbore, è stato ampliato l’impianto produttivo e ora si punta ad arrivare alla grande distribuzione su scala nazionale, senza compromettere la qualità.  «Vogliamo valorizzare le eccellenze tradizionali e artigianali del territorio e non sprecheremo questa opportunità», conclude Monnati.

Federico Tubiello

Banner Gazzetta d'Alba