Alla centrale 112 di Saluzzo arrivano 6.500 chiamate al giorno

Inaugurata ad Alba la nuova base elisoccorso per atterraggio diurno-notturno con validazione del sistema 118 16

EMERGENZA Sono in media 6.500, con picchi che in alcuni casi arrivano anche a 12mila, le chiamate alla centrale del numero unico di emergenza 112 di Saluzzo attiva 24 ore al giorno e in grado, grazie a uno speciale software, di ricevere richieste in 15 lingue diverse.

Per la Giornata europea del soccorso, la Regione Piemonte ha organizzato una visita virtuale, con diretta Facebook, della struttura diretta da Walter Occelli per sensibilizzare «sul corretto utilizzo del numero unico europeo di emergenza».

Alla centrale arrivano chiamate da tutto il Piemonte, eccetto dalla provincia di Torino che ha la sua centrale a Grugliasco. Vi lavorano «operatori appositamente formati che rispondono con tempestività e professionalità alle richieste e le smistato a chi è competente: dai Carabinieri al servizio del 118 ai Vigili del fuoco», spiega l’assessore alla sanità della Regione Piemonte, Luigi Genesio Icardi.

Nell’occasione, il responsabile della centrale operativa emergenza Covid del Dirmei, Fabiano Zanchi, ha illustrato i servizi del nuovo numero verde regionale 800-95.77.95 per rispondere alle domande sulle necessità pratiche legate alla pandemia: da come effettuare un tampone a cosa fare quando si rientra dall’estero. Informazioni che non tutti riescono a reperire sul web. Il call center, tra le altre cose, attraverso una piattaforma informatica invia le richieste alle Asl di competenza che poi contatta il cittadino. Attivo da 11 giorni, fino a ora ha ricevuto in media mille chiamate al giorno.

Banner Gazzetta d'Alba