Morta la celebre cuoca Maria Lovisolo del ristorante La violetta di Calamandrana

Morta la celebre cuoca Maria Lovisolo del ristorante La violetta di Calamandrana

CALAMANDRANA La cuoca Maria Lovisolo del ristorante La violetta di Calamandrana è morta giovedì 29 nella notte. Aveva 91 anni ed esercitava la professione dall’inizio degli anni Sessanta, in quello che è diventato nel corso del tempo un punto di riferimento per la tradizionale cucina piemontese. La sua specialità era la finanziera. Dopo la morte del marito Livio nel 1970, aveva preso in mano le redini del locale. Violetta era proprio il nome con cui, da generazioni, era stata soprannominata la famiglia del marito, in precedenza costruttori di carri agricoli. Inizialmente, il locale sito in località Valle San Giovanni funzionava soltanto come bottega di paese.

La donna lascia i figli Carlo e Loredana. Entrambi, da sempre, lavorano nel ristorante di famiglia. La figlia è sposata con il macellaio Vittorio Giovine di Nizza Monferrato, che si occupa di fornire la carne per la preparazione delle ricette proposte dal locale.

d.ba.

 

Banner Gazzetta d'Alba