Ancora una domenica impegnativa per il Soccorso alpino piemontese

Ancora una domenica impegnativa per il Soccorso alpino piemontese

PIEMONTE Una domenica impegnativa per i tecnici del Soccorso alpino e speleologico piemontese. In provincia di Cuneo sono stati effettuati tre interventi. Il primo lungo il sentiero in discesa dal monte Vaccia, nel Comune di Vinadio, dove un escursionista ha riportato l’infortunio di una gamba ed è stato recuperato dall’elicottero del 118 piemontese. Successivamente un mountain-biker caduto lungo la strada sterrata per il rifugio Maddalena, nel Comune di Roburent, è stato recuperato sempre dall’eliambulanza dell’Emergenza sanitaria piemontese e ricoverato in ospedale con un codice giallo. Infine, l’intervento più complesso si è svolto nel Comune di Alto in località Madonna del lago per un motociclista precipitato in una scarpata. L’uomo è stato recuperato in codice rosso dall’elicottero del 118 e trasportato all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure.

In provincia di Torino, due gli interventi significativi. Alla Goja del pis, nel Comune di Almese, un bagnante si è infortunato a una gamba  ed è stato trasportato a valle in barella da una squadra a terra. Sempre una squadra a terra del Soccorso alpino e speleologico piemontese è intervenuta lungo il sentiero della sacra di San Michele per recuperare un escursionista che ha accusato un malore.

Infine, intervento al passo del Vannino, nel Comune di Formazza in provincia di Verbania, per recuperare un escursionista con un trauma a una gamba. Anche in questo caso è intervenuto l’elisoccorso per il trasporto del ferito in ospedale.

Fabio Gallina

Banner Gazzetta d'Alba