La tangenziale di Montà sarà chiusa dal 13 settembre, ma riaprirà la strada della Redina

La tangenziale di Montà sarà chiusa dal 13 settembre, ma riaprirà la strada della Redina
I lavori di messa in sicurezza in corso sulla strada comunale della Redina.

MONTÀ Dal 13 settembre (a partire dalle 8, e con orario continuato 24 ore su 24) verrà chiusa per alcuni giorni la strada provinciale 929, dove passa la tangenziale. La decisione è legata a un’ordinanza del settore viabilità della Provincia (reparto di Alba). Per non isolare il paese, però, verrà riaperta la strada comunale della Redina, che in questi mesi è stata oggetto di lavori di messa in sicurezza. Spiega il sindaco Andrea Cauda: «La chiusura della variante nasce dall’esigenza di effettuare lavori di manutenzione nei pressi della galleria, che non possono essere svolti se non con il transito interamente bloccato».

Sulla strada comunale della Redina, in questi giorni, si sta procedendo con gli ultimi interventi strutturali e con la fase di montaggio dei guard rail per poter consentire il passaggio quando la variante sarà chiusa. Il transito sarà limitato ai veicoli leggeri e con limitazioni di velocità nel rispetto delle esigenze di sicurezza. Vista l’urgenza dei lavori sulla tangenziale si anticiperà l’apertura della strada comunale, anche se mancano ancora alcuni interventi di completamento che saranno eseguiti in seguito alla riapertura della provinciale. In quel caso la Redina sarà chiusa a senso alternato e con un semaforo che regolerà il traffico.

Il comandante dei Vigili, Pierlorenzo Caranzano, informa che il traffico della circonvallazione, compresi gli autocarri con portata complessiva a 7,5 tonnellate, sarà deviato sulla Redina. Il Comune di Montà, di concerto con la Provincia, i progettisti e le imprese appaltatrici e la Polizia locale, ha ravvisato la necessità di modulare le tempistiche dei lavori per consentire gli interventi necessari sulla tangenziale e nello stesso tempo agevolare il transito sulla strada comunale dei mezzi agricoli nel periodo della vendemmia.

Giorgio Babbiotti

Banner Gazzetta d'Alba