L’artista Maurizio D’Andrea alla fiera d’ arte contemporanea di Padova con un progetto in collaborazione con l’organista albese Gabriele Studer

L'artista Maurizio D'Andrea alla fiera d' arte contemporanea di Padova con un progetto in collaborazione con il talentuoso organista albese Gabriele Studer

ARTE Maurizio D’Andrea, artista contemporaneo, ama sperimentare ed unire. L’arte è comunicazione, bellezza, empatia ma anche unione. L’artista, dopo aver presentato a Venezia gli sguardi musicali del Flautista Marco Gaudino che hanno raccontato la sua mostra, torna ad unire, perché ci crede fortemente, pittura e musica.

Kandinsky suggeriva: «Presta le tue orecchie alla musica, apri gli occhi alla pittura, e … smetti di pensare! Chiediti solamente se lo sforzo ti ha permesso di passeggiare all’interno di un mondo fin qui sconosciuto. Se la risposta è sì, che cosa vuoi di più?»

Esiste una sicura relazione tra suono e colore e D’Andrea ci svela la sua idea: «penso che ci sia una stretta ed evidente connessione tra i colori e note, tra l’energia del suono e la forza della psiche che spinge, in una sorta di simbiosi cosmica riflessa allo specchio. Ogni colore sulla tela produce un effetto psichico nello spettatore come qualsiasi accordo musicale. Basta solo vedere e saper ascoltare».

Da queste parole nasce un nuovo progetto dell’artista D’Andrea che a Padova, dal 12 al 15 novembre, all’interno della fiera di arte contemporanea più importante d’Italia, ci propone, associate a tre suoi quadri, le improvvisazioni musicali di un talentuoso organista italiano: Gabriele Studer.

La pittura è musica. La musica è pittura.

Studer è un talentuoso Organista nato ad Alba in provincia di Cuneo con una brillante attività concertistica come solista ed in varie formazioni che lo hanno portato ad esibirsi nelle più importanti città italiane ed europee. Ha inoltre studiato improvvisazione organistica al “Conservatoire National de Région de Saint-Maur” nei pressi di Parigi nella classe del M° Pierre PINCEMAILLE.

Improvvisazioni che Studer ha utilizzato sapientemente per raccontare la stretta relazione che c’è tra pittura e musica attraverso l’interpretazione e l’accompagnamento musicale di tre opere pittoriche dell’artista D’Andrea: DONNA, GUARDO IL BLU E PRENDIMI.

Studer con le sue armonie cromatiche dell’improvvisazione ricalca i contorni morbidi, regolari, delicati del quadro DONNA, in un cullare di emozioni e perdite di orizzonti. Nel dipinto GUARDO IL BLU il musicista ci presenta un’interpretazione molto forte che con il suo andamento in crescendo va a sottolineare l’ansia e la felicità dell’artista D’Andrea di fronte al suo Blu. Dinamismo e vivacità, invece, si mescolano perfettamente nella rappresentazione dell’opera PRENDIMI.

Le improvvisazioni musicali dell’organista Gabriele Studer si possono ascoltare, accanto alla visione dei quadri, sia a Padova al CONTEMPORARY ART TALENT SHOW dal 12 al 15 novembre che sul web all’indirizzo

https://www.dandreart.info/cats/

A Padova saranno esposte tredici opere ed una scultura che ripercorreranno una parte del percorso artistico dell’artista internazionale Maurizio D’Andrea.

Lo stand della fiera è allestito dal talento dell’arch. Barbara Viale che riesce sempre ad esaltare, attraverso le sue “visioni geometriche spaziali e la sua cura dei particolari”, i quadri dell’artista D’Andrea.

Maurizio D’Andrea

Artista Contemporaneo

https://www.dandreart.info/

Banner Gazzetta d'Alba