Alba ha ricordato Raoul Molinari, primo direttore dell’Ente Turismo

Alba ha ricordato Raoul Molinari, primo direttore dell’Ente Turismo 1

ALBA Ieri sera, venerdì 20 maggio, la città di Alba ha celebrato la figura di Raoul Molinari, alla presenza degli addetti del sistema della promozione turistica del territorio e insieme ai famigliari e amici, che hanno portato la loro testimonianza sul primo direttore dell’Ente turismo. Con Fabrizio Pace, Mauro Carbone, Umberto Fava, Luigi Sugliano e Massimo Martinelli è stato lanciato un video che ha raccontato la storia di Raoul Molinari. Il video fa parte del progetto Per Aspera ad Astra che celebra la storia dei patriarchi della creatività enogastronomica albese, che il Comune di Alba ha prodotto in collaborazione con Fondazione Radici per raccontare le vite straordinarie delle persone che hanno fatto la storia e la fortuna del nostro territorio sotto il profilo enogastronomico, culturale e turistico. Nella cornice non convenzionale, così come era Raoul Molinari, del grande circo di primavera si sono ritrovati oltre 120 addetti del mondo del turismo che, a vario titolo, lavorano annualmente per la promozione del territorio.

Alba ha ricordato Raoul Molinari, primo direttore dell’Ente Turismo

Il dibattito, coordinato dal direttore di Radici, Marcello Pasquero, ha visto la partecipazione degli ex presidenti dell’Ente turismo (Claudio Alberto, Franco Guida, Aldo Sartore e Luigi Barbero), che hanno ricordato il percorso svolto negli anni e, grazie a una testimonianza video corredata anche dalle parole di Fausto Perletto e di Giacomo Oddero, hanno ripercorso un cammino lungo e faticoso.

Nel corso della serata sono stati ringraziati tutti gli operatori del settore della promozione turistica che negli anni hanno fatto cose importanti e che, in particolare in questi due anni di covid, hanno saputo interpretare al meglio l’attitudine del territorio a non arrendersi. Grazie anche a loro la stagione turistica sta iniziando nel migliore dei modi. L’evento è stato possibile anche grazie alla collaborazione di Apro formazione professionale.

Banner Gazzetta d'Alba