Giovane picchiata a Torino, cerca aggressori sui social

Riceve pugno in discoteca, pubblica disegni e descrizione

Giovane picchiata a Torino, cerca aggressori sui social

TORINO «Fate girare che giustizia sarà fatta». Ha pubblicato sul suo profilo TikTok i tre identikit del gruppo di cui faceva parte chi l’ha aggredita venerdì sera, colpendola al volto con un violentissimo pugno.

Lei è una ragazza torinese di 20 anni, che due giorni fa, sempre sul celebre social, aveva postato la sua foto con il viso tumefatto, denunciando di essere stata picchiata in una discoteca, il Whitemoon, dopo un concerto, perché aveva preso le difese del suo ragazzo, il quale aveva ricevuto un insulto omofobo. Si era messa in mezzo e uno dei tre le aveva sferrato un pugno.

Naso rotto e dieci giorni di prognosi per la ragazza che, dopo aver sporto denuncia ai carabinieri continua oggi sui social la ricerca dei suoi aggressori: «Forse sono di Santa Rita – scrive – forse, perché la serata era importante, possono essere di qualsiasi parte d’Italia, ma non penso». Poi, oltre ai disegni, descrive com’erano vestiti i tre, i colore dei capelli, i tatuaggi e gli abiti che indossavano. “Sono pericoli pubblici”, afferma la ventenne, invitando chi la segue a non accusare nessuno, «perché non si sanno ancora i nomi».

(Ansa)

     

    Banner Gazzetta d'Alba