Ultime notizie

Animali e frutti abbelliscono le cabine elettriche nel Roero

Non è la prima volta che E-distribuzione si occupa di realizzare opere simili in giro per l’Italia

Animali e frutti abbelliscono le cabine elettriche 2

ROERO Albicocche, vino, miele e zafferano, oppure la fauna locale sono alcuni degli elementi che hanno ispirato la decorazione delle cabine di E-distribuzione già presenti in alcuni Comuni del Roero come Baldissero e Magliano. L’ultima è stata inaugurata a Corneliano ed è dedicata alla fauna locale. L’opera denominata “Roero è natura”, rende omaggio alla fauna della zona e raffigura alcuni cervi, animali selvatici che, insieme ai caprioli protagonisti della cabina di Baldissero, sono stati avvistati nella zona.

A realizzare le illustrazioni sono state le mani e le menti di due artisti locali, Stefano Castelli e Sub che, grazie al progetto avviato dall’Enel raccontano attraverso l’arte il territorio trasformando le cabine elettriche in veri punti artistici.

Animali e frutti abbelliscono le cabine elettriche
La cabina a Baldissero

«Si tratta di un progetto di recupero. Ciascuna cabina nasce in collaborazione con il Comune. Con l’Amministrazione identifichiamo alcune parole chiave o il tema da rappresentare. In seguito realizziamo una bozza del progetto che poi inviamo alla società e restiamo in attesa dell’approvazione. Solo dopo ci mettiamo all’opera», spiega Stefano.

Non è la prima volta che E-distribuzione si occupa di realizzare opere simili in giro per l’Italia integrando le proprie infrastrutture nell’ambiente o addirittura trasformandole in vere e proprie opere d’arte.

Spiega il responsabile per l’area Piemonte e Liguria, Maurizio Battegazzore: «L’azienda è fortemente impegnata in questo progetto che coinvolge le nostre cabine in tutta Italia, creando un vero e proprio museo a cielo aperto. La rete elettrica diventa così una rete d’arte che veicola messaggi sociali importanti, coniugando i valori di sostenibilità, innovazione e rispetto per l’ambiente che caratterizzano ogni giorno il nostro impegno».

Stefano e Sub realizzano le illustrazioni per le loro opere interamente con della vernice spray ad acqua e a mano libera, senza l’utilizzo di pennelli, a partire dal progetto realizzato in precedenza. «La tecnica che abbiamo deciso di utilizzare è complessa soprattutto quando dobbiamo realizzare particolari o piccoli dettagli. La bomboletta è meno precisa, ma la tecnica ci permette di avere colori particolarmente vivi e anche la durata è maggiore».

Ciascuna cabina decorata viene inaugurata e accompagnata da una targhetta in cui è indicata la descrizione del soggetto realizzato, il titolo dell’opera, la tecnica, il mese e l’artista.

Quella di Stefano Castelli e Sub (membri del collettivo Free steps crew) non è street art. A loro piace definirla urban art. «Entrambi dipingiamo da tanto tempo, Sub dal 1999 e io dal 2007. Abbiamo iniziato per divertimento e poi, da qualche anno, abbiamo avuto la fortuna di trasformare una passione in qualcosa di più. Non di rado realizziamo progetti anche per privati sia per interni che esterni».

Animali e frutti abbelliscono le cabine elettriche 1
La cabina di Corneliano

Oltre ai progetti realizzati a Sommariva Perno, Montà, Santa Vittoria, Alba, Vezza e Magliano, a cui hanno preso parte negli anni, sono numerose le iniziative che li hanno coinvolti anche di recente. Tra gli ultimi il murale realizzato a Vergne in collaborazione con Yepp Langhe, la Pro loco e la cooperativa Caracol. Oltre ai graffiti, Stefano coltiva anche la passione per la break dance nella quale si diletta in attesa di dipingere nuove cabine in giro per il Roero e realizzare altri murales.

 Elisa Rossanino

Banner Gazzetta d'Alba