Farinetti al posto di Degiacomi

La notizia arriva ufficialmente venerdì 18, anche se Gazzetta l’ha anticipata la scorsa settimana: l’assessore alla cultura Antonio Degiacomi ha rassegnato le dimissioni. Non si tratta di una manifestazione di protesta, ma di una mossa concordata con il resto del team amministrativo. Degiacomi diventerà consigliere della fondazione Cassa di risparmio di Cuneo. Un ruolo significativo non solo per la carriera dell’ex Assessore (l’incarico è ben remunerato e in condizione di visibilità), ma anche per l’esecutivo Marello. La Fondazione rappresenta una delle realtà economiche più dinamiche ed è promotrice di investimenti nei più variegati settori.

Spiega il Sindaco: «È con commozione che comunico il cambiamento della Giunta. Degiacomi è stato un collega valido, con il quale abbiamo costruito molto. La nomina in Fondazione rincuora. Si tratta di un segno di positiva discontinuità, perché viene inserita una persona nuova in un contesto cruciale per l’assetto economico e sociale. L’altro nominato dal Comune è Giacomo Oddero». Oddero – che vanta una lunga esperienza in Fondazione – e Degiacomi andranno a far parte del Consiglio generale, il quale ad aprile si riunirà per nominare il Consiglio di amministrazione. È probabile che l’ex Assessore ricopra il ruolo di vicepresidente della Fondazione e manterrà quello di presidente dell’Ente fiera internazionale del tartufo bianco d’Alba.

Tutto liscio? All’orgoglio Degiacomi aggiunge: «Si tratta di un passo delicato per la mia storia: non è facile lasciare un incarico politico, nel quale prevale il lavoro di squadra e la condivisione». Se le parole non fossero pronunciate in una situazione formale e anestetizzata dall’uso del “politichese”, sembrerebbe di scorgere qualche tristezza.

Al posto di Degiacomi andrà Paola Farinetti, che da tempo si occupa di cultura e manifestazioni: è titolare di Produzioni Fuorivia, organizzatrice di eventi. Marello la accoglie con calore, sottolineando che «il nuovo Assessore è una donna, giovane, e rappresenta un elemento di novità per la Giunta». Altri cambiamenti hanno modificato l’assetto dell’Esecutivo. La delega al decentramento universitario da Degiacomi è passata al Sindaco e quella all’istruzione al vicesindaco Mariangela Roggero Domini. L’assessore Giovanni Bosticco ha assunto pure la gestione dei servizi cimiteriali e demografici, mentre il delegato allo sport Olindo Cervella si occuperà pure di formazione professionale.

I consiglieri del Pdl – Carlo Castellengo, Carlo Bo, Mario Canova, Sebastiano Cavalli, leonardo Prunotto e Roberto Zunino – hanno commentato in una nota: «Non possiamo fare a menodi sottolineare che la designazione in Fondazione di Degiacomi è avvenuta per rendere possibile l’ingresso del nuovo Assessore in Giunta, al quale auguriamo buon lavoro, essendo certi che si comporterà inmodo trasparente, per evitare che possano sorgere dubbi su potenziali conflitti d’interesse, dal momento che appartiene a una famiglia la quale detiene interessi nella gestione del turismo enogastronomico piemontese. Sottolineiamo, inoltre, che la designazione di Antonio Degiacomi alla Fondazione è ben lontana da quell’aria nuova e da quello spirito di rinnovamento proclamato in campagna elettorale».

Matteo Viberti