Una nuova rotonda in viale Risorgimento

VIABILITÀ Una rotonda al posto di un semaforo. Succederà, a breve, in viale Risorgimento all’incrocio con via Crimea e via Cacciatori delle Alpi. Il progetto, approvato dalla Giunta comunale, va sempre nella direzione della ricerca di miglioramento della qualità dell’aria braidese, seguendo anche una specifica indicazione che era già di Legambiente, oggi ripresa dall’associazione Spiriti liberi. Spiega l’assessore ai lavori pubblici Luciano Messa: «Con una spesa prevista di circa 43 mila euro contribuiremo alla riduzione delle emissioni inquinanti tipiche di una colonna di automobili ferme a un semaforo». Aggiunge il collega alla viabilità Giuseppe Bonetto: «Il semaforo che abbiamo deliberato di eliminare fa parte di una lista più consistente, che affronteremo mano a mano che le risorse comunali lo permetteranno. In quest’area, recentemente sistemata anche dal punto di vista dei servizi a rete e dell’illuminazione pubblica, sorgerà una rotondina». E, sempre in tema di rotonde, si è concluso la scorsa settimana, l’intervento per la realizzazione di quella posta di fronte all’ingresso del cimitero monumentale di viale Rimembranze, alla confluenza con viale Rosselli e via dell’Artigianato. La rotonda in questione, sopraelevata, ha anche lo scopo di ridurre la velocità delle automobili in transito. Conclude Bonetto: «Vorrei ringraziare i tecnici della ditta Saisef di Vollanova Mondovì che hanno realizzato tutti gli interventi delle “Zone 30” della città con una grande disponibilità e professionalità».

v.m.