Alba: una mummia nella chiesa di San Domenico

ALBA Nella serata di lunedì 17 marzo, ad Alba, è arrivata la mummia che verrà esposta nella mostra “Il vino nell’Antico Egitto: il passato nel bicchiere”, organizzata nella chiesa di San Domenico dall’associazione culturale Mummy Project, in collaborazione con il Comune di Alba e il sostegno di fondazione Crc, Ente turismo e diversi sponsor, nell’ambito della “Primavera della cultura, del gusto e del vino”. Gazzetta d’Alba, media partner della manifestazione lanciata dall’assessore Paola Farinetti, ha seguito le operazioni di trasferimento della mummia egizia, che è giunta sotto le torri albesi dopo un lungo viaggio, partito da Merano.

I piedi della mummia in mostra ad Alba.

Il corpo mummificato è stato trasportato, insieme al sarcofago, con un veicolo delle onoranze funebri in una cassa di legno imbottita con materiali di protezione, indispensabili per evitare danni alla mummia. 

Nei prossimi giorni, sotto il coordinamento dell’egittologa monferrina Sabina Malgora, verrà completato l’allestimento dell’esposizione, che, a partire dal 22 marzo (l’inaugurazione sarà venerdì 21, alle 17.30) e fino al 19 maggio, permetterà di vedere da vicino, oltre che la mummia, reperti archeologici in prestito dai più importanti musei italiani e foto esclusive, facendo immergere i visitatori nell’atmosfera dell’Antico Egitto e scoprire i segreti di una delle civiltà più misteriose e affascinanti di sempre, con uno sguardo particolare al rapporto che gli egizi avevano con uno degli elementi distintivi del territorio albese: il vino.

Di seguito alcune immagini relative all’arrivo della mummia ad Alba. Seguiranno aggiornamenti, con ulteriori immagini, testi e video.

La mummia egizia al momento dell'arrivo ad Alba.La mummia egizia viene trasportata all'interno della chiesa di San Domenico, ad Alba.La mummia egizia viene trasportata all'interno della chiesa di San Domenico, ad Alba.I piedi della mummia in mostra ad Alba.I piedi della mummia in mostra ad Alba.Il sarcofago della mummia in mostra ad Alba.L'egittologa Sabina Malgora intervistata da Gazzetta d'Alba.