Monticello, rievocazione dell’assedio al castello

MONTICELLO D’ALBA Dopo l’edizione inaugurale del 2013, che ha visto le mura del castello di Monticello d’Alba assediate dall’esercito del Roero, mentre barricato nelle sale si disperava e si difendeva invano Lodovico Malabaila, torna la “Rievocazione dell’assedio al castello”, manifestazione dedicata alla storia medievale inserita nel programma di “Evento tricolore”.

Sabato 31 maggio e domenica 1° giugno il paese roerino ospiterà figuranti in costume che rievocheranno il grande assedio, grazie alla collaborazione dell’associazione  culturale “Compagnia dell’artiglio del drago”, dell’Amministrazione comunale e di Turismo in Langa. L’obiettivo è ridar vita all’antico maniero che dal 1372 appartiene alla famiglia dei Conti Roero di Monticello. «È un castello pieno d’amore», afferma la contessa Elisa Ricardi di Netro dei Roero di Monticello, «Abbiamo voluto aprire al pubblico il maniero per non dimenticare l’origine di una famiglia che ha offerto il proprio nome a una terra sempre più rinomata: il Roero. Ne siamo orgogliosi». Aggiunge Beatrice Marengo di Turismo in Langa: «Le iniziative legate al castello sono destinate ad aumentare. Intendiamo intensificare la collaborazione con le associazioni monticellesi e l’Amministrazione comunale per proseguire l’opera di valorizzazione del maniero».

Nell’ambito della rievocazione ci sarà spazio anche per la cultura: lo scrittore Maurizio Rosso, autore del libro “La leggenda del cavaliere veloce”, si confronterà con lo storico medievalista Filippo Ghisi. 

Francesca Gerbi