A Guarene due giorni per la Madernassa

GUARENE Due giorni per scoprire le virtù della Madernassa. Guarene ha celebrato una delle proprie eccellenze, la pera Madernassa, con una due giorni, sabato 8 e domenica 9 novembre, tutta incentrata sul prelibato frutto. In cabina di regia i produttori guarenesi e l’attiva Confraternita del bollito e della pera Madernassa, capaci, con un impegno di anni, di sdoganare il prùss, da alimento da gustare rigorosamente cotto a protagonista di piatti di alta cucina. Una crescita che ha attirato le attenzioni di Nordiconad. Il presidente Aldo Pisano ha annunciato di voler distribuire la Madernassa nei punti vendita Conad del Nord Italia, tra le eccellenze della linea Sapori e dintorni. Il momento clou della manifestazione è stato il 2° “Concorso didattico gastronomico” tra le scuole alberghiere professionali di Piemonte e Liguria con 7 istituti al via: Colline astigiane di Agliano Terme e Asti, Apro di Alba, Velso Mucci di Bra, Arte bianca di Neive, e le scuole alberghiere di Dronero e Mondovì e Alassio. Defezione per l’alberghiera di Arma di Taggia bloccata dal maltempo. A giudicare i piatti creati, una giuria di 10 esperti. Due le categorie in cui si sono sfidati i ragazzi: prodotto fresco, che ha visto trionfare l’alberghiera di Alassio con una cheese cake di pera caramellata, salsa al Barolo e Madernassa al vapore, e prodotto precotto, offerto dalla Life di Sommariva Perno, in cui si è imposta la scuola Colline astigiane con una cheese cake con salsa al cioccolato e crema di pere. L’istituto astigiano ha ricevuto anche il premio della giuria per la zuppa di pere con tortelli fondenti al parmigiano, pancetta e tartufo bianco d’Alba, un piatto che dimostra la versatilità del frutto.
 Marcello Pasquero