Cardiologia, l’emodinamica di Alba in funzione fino all’apertura dell’ospedale di Verduno

ALBA «Confermo che le ultime delibere regionali non prevedono alcuna chiusura di attività di emodinamica presso l’ospedale di Alba; anzi il servizio di emodinamica viene assegnato all’ospedale di Verduno in sostituzione dell’attività attualmente svolta presso l’ospedale di Savigliano al momento dell’apertura del nuovo ospedale di Alba. In sintesi nessun cambiamento è previsto per il periodo 2015-2016». Questo il testo del messaggio recapitato venerdì 20 marzo dal direttore generale della sanità piemontese, Fulvio Moirano, al sindaco di Alba Maurizio Marello, che già nelle scorse settimane aveva chiesto e ricevuto dal medesimo rassicurazioni circa la possibilità di mantenere il servizio attivo fino al trasferimento nel nuovo ospedale unico di Alba-Bra. Il Tavolo delle autonomie, che si costituisce formalmente giovedì 26 marzo alle 17 presso l’Associazione commercianti albesi, prende atto dell’impegno della Regione circa il funzionamento del servizio ad Alba fino a quando non sarà disponibile l’emodinamica presso l’ospedale di Verduno.