Morto all’improvviso l’imprenditore braidese Giovanni Ometto

BRA È morto all’improvviso, colpito da infarto, nella mattina di lunedì 1° giugno, Giovanni (Vanni) Ometto, imprenditore braidese di 57 anni. Il cav. Giovanni era a capo di una storica impresa braidese di termoidraulica, insieme ai fratelli Umberto, Luciano e Dario.

Ricorda Livio Sartirano, presidente della Confraternita dei Battuti bianchi, di cui era stato recentemente rettore: «In città la ditta Ometto ha realizzato gli impianti di riscaldamento di metà delle abitazioni. Anche grandi opere sono state affidate alla loro professionalità. È duro accettare la morte improvvisa di una amico».

La notizia della sua scomparsa ha destato profondo cordoglio. Vanni Ometto lascia la moglie Grazia Nervo, insegnante elementare che lavora nel plesso di frazione Riva, i figli Letizia e Emanuele e i genitori Maria e Narciso.

Oggi, (mercoledì 3) alle 15, nella parrocchia di San Giovanni, i funerali. Poi la salma sarà tumulata nel cimitero di viale Rimembranze.

Valter Manzone