Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Poesie e canzoni alla libreria La torre

ALBA
Un poeta, Pier Mario Giovannone, e una cantautrice, Maria Pierantoni – Giua – sono gli ospiti della libreria La torre (nella galleria della Maddalena) sabato 14 maggio, alle 18.30, per la presentazione-reading tra poesia e musica “E improvvisamente… le foglie hanno perso gli alberi”.
Le foglie hanno perso gli alberi (Nero su bianco) raccoglie le poesie di Pier Mario Giovannone scritte nei vent’anni tra il 1994 e il 2015; alcune delle liriche sono inedite, ma quello che più importa è la ricerca poetica di Pier Mario, partito dal lirismo delle prime raccolte per approdare all’ironia e all’irriverenza: il filo rosso è la musicalità delle poesie, sia essa melodia oppure gioco di ritmo, suono, parola. Giovannone, oltre che poeta (scoperto da Dario Bellezza), è anche musicista che ebbe una lunga collaborazione con Gianmaria Testa come chitarrista e paroliere.

A fare da controcanto alle poesie di Giovannone, ci saranno le canzoni di Maria Pierantoni, che presenterà il suo ultimo album, E improvvisamente. Giua ha vinto i premi Lumezia, Castrocaro, Recanati e il Mantova musical festival ed è stata finalista al Festival di Sanremo 2008. È anche pittrice. I suoi precedenti album sono Giua, Tre, composto a quattro mani con il chitarrista Armando Corsi per EgeaMusic.

L’incontro sarà dedicato al ricordo di Gianmaria Testa, attraverso la lettura di alcune poesie che amava, e una sua canzone interpretata da Giua.