Sull’area pedonale di Alba il confronto è serrato

ALBA La nuova fase della pedonalizzazione del centro storico è stata presentata ai commercianti mercoledì scorso in sala Riolfo. Il sindaco Maurizio Marello ha spiegato il progetto, a partire dai motivi: «Gli obiettivi sono due: migliorare la qualità della vita di chi abita e vive la città e, più importante, rendere ancora più turistica Alba, nel territorio patrimonio dell’Unesco, migliorandone l’immagine, rendendola più accogliente e soprattutto meno pericolosa. È un lavoro complesso perché nel centro ci sono molti servizi, come l’Azienda sanitaria, le scuole e l’ospedale, che necessitano di un accesso agevole. Inoltre abbiamo un vincolo con la società che gestisce i parcheggi blu, a oggi 1.061».

Il progetto prevede l’installazione di due nuovi varchi elettronici in piazza Michele Ferrero, ai lati della fontana e un altro presso il caffè del Teatro che consentirà di pedonalizzare via Coppa e parte di via Vida. Inaccessibili per le automobili saranno via Calissano e via Mandelli e anche parte di via Vernazza. Un’altra barriera sarà posizionata all’inizio di via Gioberti per rendere pedonale tutta via Pertinace.

Il varco ora in via Cavour, all’angolo con via Sandro Toppino sarà spostato in piazza Garibaldi, allargando l’area pedonale a tutta via Cavour, piazza San Francesco e parte di piazza Pertinace. Tutto questo porterebbe a un cambio di senso di marcia in via Rattazzi, via San Giovanni e via Ospedale.

Enrica Dellapiana

Il servizio completo sarà pubblicato sul numero di Gazzetta d’Alba in edicola da martedì 28 giugno.