Il Premio giornalistico del Roero al britannico Stephen Brook

CONCORSO GIORNALISTICO
Sono stati proclamati il 22 luglio nella sala degli stemmi del castello di Magliano Alfieri i vincitori del 28° Premio giornalistico del Roero. Il montepremi di 7mila euro è stato suddiviso tra i cinque vincitori.

A Stephen Brook, esperto di vino internazionale, è andato il riconoscimento alle testate internazionali, per l’articolo intitolato “Regional profile-Roero”, pubblicato sulla prestigiosa rivista inglese Decanter. Il giornalista, impegnato all’estero, verrà a ritirare il premio nei prossimi mesi.
Il Premio per le testate nazionali è stato attribuito ex aequo a due servizi televisivi: a Francesca Ciancio, giornalista e critica enologica, che ha dedicato il servizio “Roero del vino” alla viticoltura e all’enologia roerina, visibile anche su www.albei sa.it, e a Norma Colombero che ha realizzato per la trasmissione Geo&Geo di Rai3 una lunga testimonianza della storia e della tradizione roerina.

Premiati per l’affollata sezione delle testate locali, anche in questo caso ex aequo, lo storico Baldassarre Molino per “Una storia lunga più di mille anni” apparso su Roero terra ritrovata e Giorgio Enrico Cavallo che ha ricostruito, per la stessa pubblicazione, le vicende di una gloriosa associazione locale. Un riconoscimento anche a Paolo Destefanis.

Alla cerimonia è seguita la festa di “AperArneis”: com’è tradizione, in occasione della premiazione, i produttori dell’associazione che organizza il Premio hanno messo in degustazione i Roero Arneis della nuova annata, il 2015, e i loro spumanti e i vini passiti a base di Arneis.