Gazzetta d'Alba – Dal 1882 il settimanale di Alba, Langhe e Roero

Nella sinistra Tanaro velox non per far cassa ma per tutelare la vita

STRADE Nel Roero aumentano i controlli sulle strade anche con il telelaser
Auto che prendono le strade di collina come piste da rally e motociclisti che sfrecciano mettendo in pericolo loro stessi e gli altri. Tornate, con la bella stagione, certe brutte abitudini, si fa più pressante la necessità di garantire la sicurezza sulle strade. I Comuni si affidano a vigili, laser e autovelox per scoraggiare gli eccessi di velocità.

Santa Vittoria, Montà e Sommariva Perno hanno puntato sul fattore umano. Simone Torasso, primo cittadino sommarivese, chiarisce: «In alcune zone, come ai Cunoni, gli eccessi di velocità valicano spesso i confini dell’imprudenza. Così almeno quattro volte al mese, o più in primavera ed estate, il nostro vigile effettua dei controlli munito di telelaser. Lo scopo non è far cassa, quanto scoraggiare chi si crede un pilota».

Vezza e Baldissero, invece, si sono affidati ai rilevatori di velocità, senza però attivarli subito. A Baldissero i tre box sono stati posizionati circa due anni fa. «Ma l’autovelox, in affitto, vi è stato nascosto solo da gennaio e solo per due volte», precisano dal Comune. E se in una di quelle volte una delle multe elevate, tenuto conto della percentuale di tolleranza, ha rilevato che il limite era stato superato di un solo km all’ora, vuol dire che l’apparecchio funziona davvero.

Anche a Vezza i 9 velobox, sono stati dei semplici spauracchi per due anni e sono stati attivati solo nel 2016.
Il sindaco Carla Bonino dichiara: «Solo dopo aver ottenuto l’autorizzazione prefettizia, abbiamo attivato il controllo remoto della velocità in alcuni box collocati sulla strada provinciale 929. Mediante un’apparecchiatura affittata i box diventano attivi e controllano la velocità all’ingresso e all’uscita del territorio comunale», prosegue Bonino, aggiungendo: «Per prestare il servizio, non solo qui ma pure negli altri due Comuni dell’unione collinare, ovvero Santo Stefano e Montaldo Roero, si alternano tre vigili autorizzati dai Comuni di Sommariva Perno, Guarene e Cherasco a svolgere turni di lavoro extra».
Attivato il servizio da meno di un anno, non è ancora chiaro quanto le multe abbiano pesato nelle entrate vezzesi. Bonino precisa: «Oggi non sappiamo ancora dire quanto sia l’incasso, tuttavia possiamo anticipare che sarà usato per investimenti sulla viabilità, come la segnaletica orizzontale e quella verticale, oppure per l’affitto del velox stesso o per la trinciatura delle banchine, dopo che sarà stata versata alla Provincia di Cuneo la quota di competenza».

v.p. e f.ge.

Nel numero di Gazzetta d’Alba in edicola, un ampio servizio sulle strategie adottate dai diversi paesi roerini e, da Priocca, la storia di Simone