Nel 2017 il gas è costato di meno

ENERGIA La storia del gas che riscalda le abitazioni e dà fuoco per la cucina comincia in Paesi lontani, s’intreccia a equilibri geopolitici e mercati internazionali. La stabilità o meno di questi scenari (e in questi anni sappiamo quanto fragili possano essere in taluni Paesi i periodi di tranquillità) incide direttamente a casa nostra, in ultima istanza, sui numeri delle bollette delle famiglie.

A fine novembre la Giunta di Maurizio Marello ha approvato una delibera contenente gli adeguamenti delle tariffe del gas. Come ci ha spiegato Paolo Malaspina, presidente di Egea produzioni e teleriscaldamento, «questa operazione prende in considerazione gli adeguamenti di prezzo disposti dall’Autorità per il mercato tutelato del gas, conseguenti al variare del costo della materia prima e del cosiddetto “fattore K”, finalizzato a ridurre il prezzo del calore all’aumentare dei consumi complessivi erogati. Analizzando i parametri deliberati dalla Giunta comunale, si evince come nel 2017 le tariffe abbiano seguito un trend di riduzione: infatti, il lieve rincaro registrato nell’ultimo trimestre è stato inferiore al calo che ha caratterizzato i primi mesi dell’anno in corso». Insomma, a dire del manager Egea, le bollette sono calate.

m.g.