Il Comune e gli alunni difendono l’ambiente

Il Comune e gli alunni difendono l’ambiente

LA MORRA L’Amministrazione comunale lancia il concorso “Perché sotto i nostri piedi c’è la Terra e per salvarla bisogna cambiare passo”, rivolto ai bambini della scuola primaria, non soltanto quelli che partecipano attivamente al Piedibus. Il Comune premierà, oltre ai due bambini che avranno percorso più chilometri a piedi nel tragitto casa-scuola, la classe che più si è distinta con azioni che vanno a incentivare la salvaguardia dell’ambiente.

Saranno presi in esame alcuni parametri. Innanzitutto la mobilità sostenibile: consapevoli che non tutti i bambini hanno la possibilità di raggiungere la scuola a piedi, sarà premiato anche chi utilizza il pulmino. Piedibus e scuolabus sono le uniche modalità di spostamento in grado di diminuire l’inquinamento atmosferico e quello acustico, il traffico e gli incidenti.

Un altro metro di giudizio saranno i rifiuti: la sostenibilità arriva anche dalle nostre tavole; pertanto si è pensato di incentivare le buone pratiche per evitare inutili consumi di risorse alimentari. La mensa scolastica rappresenta il luogo ideale dove i bambini imparano a mangiare senza sprechi. Stesso discorso vale per l’intervallo, momento che dovrebbe essere dedicato a una merenda sana, economica e, possibilmente, senza rifiuti. La giuria, composta da insegnanti e amministratori comunali, designerà la classe in cui, proporzionalmente, le buone pratiche ecologiche avranno saputo coinvolgere il maggior numero di alunni.

La classe vincitrice sarà protagonista di un’uscita didattica presso una radio locale, dove i bambini avranno la possibilità di diventare speaker per un giorno facendosi ambasciatori di buone pratiche per l’ambiente.

Manuela Malanzani

 

Banner Gazzetta d'Alba