Imbrattata nella notte la panchina turchese simbolo dei sordi

ALBA Uno spiacevole episodio ha preceduto la partita delle nazionali di calcio per sordi tra Italia e Germania. La panchina tirata a lucido dai volontari per essere immortalata nelle foto delle nazionali è stata oggetto di un atto vandalico nella notte tra giovedì 19 e venerdì 20 aprile.

Sulla panchina gigante che fa parte del circuito delle Big Bench ideate dal designer Chris Bangle è stato disegnato un simbolo che nulla ha a che fare con il Mondo della Lingua dei segni. A compiere il gesto un buontempone o semplicemente un ignorante che non conosceva la storia della big bench di Scaparoni.

La Big Bench albese, la seconda dopo quella di località Santa Rosalia, quest’ultima recentemente rimossa e spostata a Monforte,  è stata voluta da un gruppo di 160 persone sorde del territorio e rappresenta una minoranza linguistica che vuole comunicare oltre ogni barriera.

Il colore è il turchese che rappresenta i sordi nel mondo, e sopra sono disegnate due mani, simbolo della lingua dei segni. La panchina di trova dietro la piazza della chiesa in cima a via Scaparoni.

Un simbolo per tante persone violato a poche ore dalla grande festa delle nazionali sordi. La speranza dei promotori è che l'”artista” in questione possa capire la gravità del gesto compiuto e rimediare a proprie spese ripristinando il colore originario.

Marcello Pasquero