Penna racconta l’immortale figura della contessa di Castiglione

GOVONE Sarà presentato nella Sala antica della biblioteca di Govone martedì 17 aprile alle ore 21 il libro L’immortale figura della Castiglione, scritto da Bruno Penna, collaboratore di Gazzetta e sindaco di Castiglione Tinella.«Non si intende riportare l’intera nota storia della contessa di Castiglione», annuncia Penna, che poi prosegue: «In questo senso la produzione che la riguarda è già vasta e ciò evidenzia come l’attenzione riservata al personaggio, ricercata ed esaltata da lei stessa in quel magnifico e vivace periodo storico, abbia superato il suo percorso di vita e si sia distesa lungo i secoli, senza mai interrompersi».

«Queste pagine vogliono invece porre in evidenza i suoi luoghi e registrare quanto e come siano vivi il ricordo e la memoria», afferma lo scrittore. Penna è stato tra i fondatori e poi presidente della associazione Contessa di Castiglione, direttore dell’enoteca regionale Colline del Moscato, ha pubblicato il volume Terra d’Aprile (2001), i volumi di poesia Langhe, il Canto della Terra (2004), Dentro l’anima delle colline insieme a Giuseppe Artuffo (2005), il libro in prosa e poesia Fatto Uomo, a vent’anni mi prese la guerra (2010) e il volume di poesia Cinque anni da sindaco in sessantanove (quasi) haiku (2015).

f.ge.