Se a Montà, lungo il sentiero, si scopre un volto scolpito

MONTÀ Un artista anonimo ha lasciato la sua impronta su uno dei sentieri del Roero. Un volto delle dimensioni di circa 1 metro di altezza è apparso tempo fa, scolpito nelle marne delle rocche, lungo il tracciato del grande sentiero del Roero S1. Alcuni escursionisti affermano che il bassorilievo esiste da tempo. Altri sono dell’idea che sia di fattura più recente.

Datazione a parte, la scoperta dell’opera potrebbe essere un buon motivo per fare una passeggiata sui sentieri roerini, in quanto, sullo stesso tratto, si sovrappone una parte del sentiero del castagno, che subito dopo si getta nella valle del biotopo e dell’oasi di San Nicolao.

«Non sappiamo», dicono i responsabili dell’ecomuseo delle rocche, «chi possa essere l’autore di questa specie di totem. E neppure sapremmo dire quando potrebbe essere stato scolpito. Considerate le informazioni in nostro possesso, potrebbe essere lì da mesi o magari da anni. Inoltre, ci risulta che potrebbe non essere l’unica “incisione” di questo tipo nel territorio delle rocche. Quello che sappiamo è che anche questa scultura anonima è una delle tante prove della vitalità di queste terre e di questi sentieri, che sempre più vengono visitati, percorsi e vissuti dalla gente del Roero come dai turisti».

a.au.