Rimborsi Regione 2008-2010. Cirio: “Sono tranquillo, dimostrerò la mia correttezza”

Fiera del tartufo numero 86, presentazione all'Agenzia di Pollenzo 1
Alberto Cirio

TORINO Sono stati notificati avvisi giudiziari a cinquanta consiglieri regionali in carica dal 2008 al 2010. In totale i rimborsi ritenuti illeciti ammonterebbero a quasi 3,35 milioni. Tra gli indagati anche i cuneesi Francesco Toselli di Forza Italia, William Casoni (Alleanza nazionale) Franco Guida, Claudio Dutto, Elio Rostagno e gli albesi Alberto Cirio (Forza Italia) e Mariano Rabino.

Alberto Cirio commenta: «Sono comunicazioni che ovviamente non fanno piacere, ma sono assolutamente tranquillo. Anzi, ritengo giusto che la Procura della Repubblica, come ha verificato i rimborsi della legislatura 2010-2014, estenda adesso i controlli a quella precedente, perché abbiamo il dovere di giustificare le spese sostenute. Trattandosi di fatti risalenti a dieci anni fa, non sarà agevole la ricerca della documentazione necessaria, ma sono sicuro di poter dimostrare un comportamento corretto e rispettoso della normativa».

Banner Gazzetta d'Alba