Gazzetta d'Alba – Dal 1882 il settimanale di Alba, Langhe e Roero

Alla sagra di Valpone quattro serate tutte da ballare

CANALE Fervono i preparativi dei festeggiamenti a Valpone, frazione di Canale, per la diciassettesima edizione della Sagra dell’agnolotto al plin e della braciola, organizzata dall’attivissima Pro loco della borgata.
Si tratta di quattro giorni di festa con buona musica e stand gastronomici per tutti i gusti. Si partirà giovedì 5 luglio, alle ore 20, con l’apertura dell’osteria Tacùma, che proporrà prosciutto e melone, anguille in carpione, friciule e salame, acciughe al verde, agnolotti al plin, grigliata di carne, hamburger, dolci e caffè. Dalle 22, festa della Ceres e musica con il duo acustico 2 fat men, che si diverte a rivisitare brani più o meno famosi in modo del tutto originale.

Venerdì 6 luglio l’osteria proporrà un menù a base di pesce, con antipasto sia di terra che di mare, spaghetti allo scoglio, fritto misto con contorno, dolci e caffè. La serata sarà ravvivata, dalle 21, dall’orchestra-spettacolo di Sonia De Castelli e dal suo ospite d’onore Piero Montanaro. Sabato 7, dalle 20, Osteria della tradizione, con antipasti, agnolotti al plin, grigliata di carne, dolci, caffè. Alle 21 balli caraibici con il gruppo spettacolo Oro caribe e, alle 22, seguirà il dee- jay set “Io c’ero ma non mi ricordo”, serata di musica, ballo, cocktail bar e puro divertimento a cura del dee-jay Noiva e di

Domenica 8 luglio, ultimo giorno di festeggiamenti. Alle 11 verrà celebrata la Messa con benedizione dei mezzi di lavoro. Alle 20, verrà servita l’ultima cena, con la tagliata come specialità della serata. I festeggiamenti si concluderanno con lo spettacolo dei Trelilu. Tutti gli intrattenimenti serali sono a ingresso libero.

Nel programma dai ritmi caraibici alla serata birreria

Quattro giorni di festa con un programma accattivante per tutti. È quanto si propone la Pro loco di Valpone, capitanata da Federico Destefanis. I volontari, circa una sessantina, saranno impegnati senza alcuna tregua per rendere piacevole la festa della frazione. «Quest’anno abbiamo pensato di introdurre piatti nuovi e di rivisitare quelli che sappiamo essere ormai consolidati», racconta Destefanis. «I visitatori, che partecipano alla festa ogni anno sempre più numerosi, a volte
ci presentano delle richieste e, quando possiamo, cerchiamo di soddisfarle. Per tale ragione quest’anno abbiamo introdotto la serata dedicata ai ritmi latino-americani e, per il giovedì, abbiamo pensato a una serata “da birreria”, in cui
si potranno gustare anche gli hamburger, realizzati però con la consueta cura della qualità e sempre con prodotti a km zero», conclude Destefanis.

Elena Chiavero