La famiglia di Luca Abrigo lancia un appello «Non smettiamo di cercarlo»

Disperso da questa mattina un albese di 40 anni

ALBA «È fondamentale continuare a cercarlo, non smettere di diffondere i suoi dati, per cercare di individuare almeno la posizione dell’automobile e in questo modo arrivare a lui». A più di una settimana dalla scomparsa di Luca Abrigo, il quarantenne albese allontanatasi dalla sua abitazione in zona Vivaro la mattina di venerdì 2 novembre e mai arrivato nell’autocarrozzeria di famiglia in zona Mogliasso, è questo l’appello dei suoi famigliari attraverso Gazzetta d’Alba.

A seguito della denuncia della moglie Nadia, le ricerche sono partite fin dalla mattina della scomparsa, con il coordinamento della Compagnia dei carabinieri di Alba, in collaborazione con i Vigili del fuoco, la sezione locale della Protezione civile e altre associazioni di volontariato. Nonostante il monitoraggio dall’alto attraverso un elicottero e numerose pattuglie a terra, al momento non si è arrivati ad alcun risultato.

Il cellulare di Abrigo continua a essere spento e non si è ancora riusciti a ricostruire  gli spostamenti della sua automobile: «Sono state vagliate le telecamere comunali e ora anche una serie di dispositivi privati, grazie alla disponibilità dei loro proprietari: ovviamente, essendo puntate su edifici o esercizi privati e non sulla strada, è molto difficile che siano riuscite a intercettare l’automobile di Luca, ma è importante cercare di raccogliere tutti gli elementi possibili», aggiungono i famigliari.

Disperso da questa mattina un albese di 40 anni

Ricordiamo che l’automobile di Abrigo è una Nissan Qashqai color grigio canna di fucile targata EY350DA, facilmente riconoscibile per la presenza di un seggiolino per bambini, tendine parasole color giallo sui vetri posteriori con decorazioni rappresentanti animaletti e un peluche a forma di coccinella sulla cappelliera. La mattina del 2 novembre l’uomo indossava una felpa blu, pantaloni della tuta grigi, scarpe da ginnastica e  occhiali da vista. È alto 1,70 e ha capelli e occhi castani. In caso di segnalazioni, si possono contattare i numeri 3389718747 oppure 3394283208.

Francesca Pinaffo

 

Banner Gazzetta d'Alba