Gazzetta d'Alba – Dal 1882 il settimanale di Alba, Langhe e Roero

Una nuova sede per continuare la grande storia di Asava

Il gruppo è pronto a voltare pagina: lascia la storica sede di corso Matteotti ad Alba e si prepara a inaugurare (sabato 1, a Grinzane Cavour) il nuovo quartier generale

GRINZANE CAVOUR Riparte da via Borzone 35, a Grinzane Cavour, la storia dell’Asava, l’Associazione servizio volontari ambulanza, nata il 15 maggio 1977 per volontà di Agostino Bertone, Silvio Veglio e Alberto Levi come risposta al problema del trasporto degli infermi. Circa 20 milioni di chilometri dopo, con 256 volontari che garantiscono reperibilità 24 ore su 24, sette giorni su sette e oltre 10mila servizi ogni anno, Asava volta pagina, lascia la storica sede di corso Matteotti – ritenuta non più idonea dall’Asl Cn2 – e si prepara a inaugurare il nuovo quartier generale sabato primo dicembre alle 17.

A tagliare il nastro, nel quadro della festa sociale, sarà il sindaco di Grinzane Cavour Gianfranco Garau: nell’occasione verrà inaugurata una nuova ambulanza di soccorso. A fare gli onori di casa sarà il presidente Leoluca Mancuso: «Asava potrà disporre di 1.200 metri quadrati di superficie, con un grande garage dove ricoverare 19 automezzi, ma anche di spogliatoi, uffici, zona ristoro e un ampio parcheggio per le auto dei volontari».

La soddisfazione del presidente non basta a dimenticare i mesi difficili in cui Asava si era ritrovata – a fine 2017 – con lo sfratto dell’Asl per la non conformità dei locali e con l’impossibilità di ricoverare i mezzi al coperto: «Sabato sarà un giorno di festa, anche se questi ultimi 24 mesi sono stati per l’associazione forse il periodo più problematico in oltre 40 anni di storia. Ne siamo usciti grazie alla preziosa collaborazione di tutti i volontari, grazie alle imprese che hanno partecipato e contribuito alla realizzazione della nostra nuova casa, grazie al supporto di Anpas, all’Amministrazione comunale di Grinzane Cavour e all’Amministrazione dell’Azienda sanitaria locale, grazie ai cittadini e ai collaboratori che si sono resi disponibili nell’aiutarci».

Nella festa di sabato primo dicembre si celebrerà anche l’ingresso di Asava nell’Anpas, una rete di 929 associazioni diffuse su tutto il territorio nazionale, con 9.471 volontari in Piemonte. Amilcare Giordano, vicepresidente di Asava, lancia l’appello alla popolazione: «Il momento più buio è ormai alle spalle, ora vogliamo crescere favorendo l’ingresso di nuovi volontari e la loro inclusione nella vita associativa, assicurando una formazione idonea adeguata, consapevole, e promuovendo la formazione dei cittadini».

L’invito per tutti è a scoprire il mondo di Asava, fatto di amicizia, solidarietà e tempo donato per il prossimo, partendo dalla nuova e accogliente sede di via Borzone 35 a Grinzane Cavour.

Marcello Pasquero