Entro il 31 gennaio i canoni di orti e Casa delle associazioni

Bra: interpello e mediazione per le imposte locali

BRA Duplice scadenza a gennaio per gli assegnatari degli orti urbani o di uno degli spazi nella Casa delle associazioni. Entro giovedì 31 occorre effettuare il versamento nelle casse comunali di quanto dovuto. Per gli orti le locazioni prevedono 55 euro per gli appezzamenti delle aree Piumati 1 e 2 e dei lotti interi della zona Molineri; 27,50 euro per i minilotti di via Molineri; 38 euro per l’area di Pollenzo, che diventano 76 per chi ha due lotti. Il canone potrà essere versato all’ufficio economato il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.30 alle 12.45, oppure mediante il conto corrente postale numero 15.74.61.26 intestato al Comune di Bra o, ancora, con bonifico alla tesoreria della Cassa di risparmio di Bra (sede di via Principi di Piemonte) con la causale: “Orti urbani anno 2019”.
Su richiesta, è possibile pagare in due rate di eguale importo, con scadenza fine gennaio e fine luglio. Senza il pagamento nei termini previsti, la concessione potrà essere revocata; chi desidera rinunciare all’appezzamento assegnato potrà farlo con una lettera all’ufficio protocollo.
Anche il canone per le stanze nella Casa delle associazioni di piazza Valfrè di Bonzo è in scadenza. Sempre entro il 31 gennaio le concessionarie dovranno saldare il contributo, confermato in ottanta euro.
Per il saldo della quota è possibile utilizzare le stesse modalità previste per gli orti, con la causale “Quota Casa delle associazioni anno 2019”. Per rinunciare alla concessione è necessario darne comunicazione all’ufficio patrimonio entro il 15 gennaio, sgomberando i locali e riconsegnandone le chiavi. Per avere ulteriori informazioni è possibile telefonare al numero fisso 0172-43.83.39.

v.m.

Banner Gazzetta d'Alba