Variante al Prg di Magliano Alfieri: più spazi per il turismo

Aperitivo letterario dell’Epifania alla biblioteca di Magliano Alfieri

MAGLIANO ALFIERI Il Consiglio comunale ha approvato la prima variante strutturale al Piano regolatore. L’approvazione, a vent’anni dall’entrata in vigore del Prg, ha messo d’accordo maggioranza e minoranza, ottenendo l’unanimità da parte dei consiglieri.
Tra le novità più importanti ci sarà un’area che, sotto richiesta di un privato, sarà trasformata in un insediamento destinato alla ricezione e all’ampliamento dell’offerta turistica. «Con questa variante prevediamo di realizzare uno spazio di circa 12mila metri quadri nei pressi della statale 231 che sarà destinato al settore turistico», ha spiegato il sindaco Luigi Carosso, aggiungendo: «Abbiamo scelto di inserire questo intervento nel Piano regolatore perché, negli ultimi anni, abbiamo riscontrato una grande crescita del turismo in paese. Le strutture ricettive a Magliano sono poche ma, nel 2018, abbiamo ricavato ben 3.600 euro dalla tassa di soggiorno. Si è, pertanto, dimostrata l’esigenza di avere un’area con servizi terziari in campo turistico».
La variante al Piano regolatore vede anche l’ampliamento dell’attuale zona degli insediamenti produttivi. Spiega Carosso: «L’area industriale resterà dov’è, in un punto ben servito grazie alla presenza della statale 231, ma distante delle abitazioni».
Per quanto riguarda le abitazioni sarà permessa la costruzione di villette uni e bi- familiari nel capoluogo e nelle frazioni. La variante darà la possibilità di realizzare nuove abitazioni, ma senza “stravolgere” il paese.
«Magliano capoluogo, come numerosi piccoli centri, ha sofferto negli ultimi anni della desertificazione dei servizi, causata dalla riduzione della popolazione. Il Comune ha scelto di intervenire, dando la possibilità di costruire abitazioni di ridotte dimensioni. Non consentiremo la realizzazione di condomini, ma desideriamo dare la possibilità a chi lo vorrà di costruire casa nel capoluogo. Anche a Sant’Antonio e a Cornale sarà permesso realizzare villette uni e bi-familiari in base al limite regionale, però, l’edificabilità del paese non aumenterà più del 3 per cento».
Carosso prosegue presentando le novità per Magliano 2: «Abbiamo anche pensato allo sviluppo di piazza Morando e dell’area nei pressi della nuova palestra. Proprio nelle vicinanze della struttura abbiamo previsto un’area di 3 mila metri quadrati che potrà essere destinata a parcheggi». Il sindaco conclude: «Sono felice di questa approvazione e mi fa piacere che la variante sia stata votata all’unanimità. Ora i cittadini possono effettuare segnalazioni e osservazioni al nuovo piano. La variante sarà poi inviata in Regione per l’approvazione definitiva, che potrebbe arrivare entro l’autunno».
Commenta il rappresentante della minoranza Carlo Sacchetto: «La variante si dimostra in linea con la nostra posizione e con la situazione di Magliano. Questa approvazione punta a rendere sempre più vivo il centro abitato, dando la possibilità alle persone che desiderano vivere in paese di costruire una casa, senza ingrandire o snaturare Magliano».

a.m.a.

Banner Gazzetta d'Alba