Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Italgelatine: la Provincia conferma la sospensione e prepara un ulteriore atto per la riduzione dei fumi

SANTA VITTORIA Come anticipato sul numero di Gazzetta d’Alba di questa settimana, la Provincia ha confermato il provvedimento di diffida emesso lo scorso 12 aprile nei confronti dell’Italgelatine di Santa Vittoria, dal quale da quasi due mesi provengono odori particolarmente intensi e diffusi.

Per altri trenta giorni, l’azienda dovrà ridurre lo scarico delle acque reflue addotte all’impianto di depurazione, identificato come la causa principale dei miasmi. Significa che dovrà ridurre la sua produzione. Allo stesso tempo, dovrà continuare a attuare alcune misure tecniche necessarie per ripristinare l’impianto, a oggi ancora compromesso.

Nel nuovo documento di questa settimana, l’Area tutela del territorio della Provincia ha anche comminato all’Italgelatine un secondo provvedimento sanzionatorio, riguardante alcune violazioni rilevate nel procedimento di gestione dei fanghi di depurazione. Anche in questo caso, l’azienda dovrà dimostrare di essersi messa in regola.

Queste sono le novità relative all’impianto di depurazione, ma non è tutto. Nei prossimi giorni la Provincia dovrebbe ufficializzare un ulteriore provvedimento sanzionatorio, questa volta riguardante l’emissione dei fumi derivanti dal processo di lavorazione, che si espandono nell’ambiente anziché essere captati. Come dimostrato dai rilevamenti dell’Arpa, se l’impianto di depurazione è responsabile degli odori per l’80 per cento, il restante 20 per cento è da imputare ai fumi. Ulteriori aggiornamenti arriveranno nei prossimi giorni.

Francesca PInaffo