Seminavano il terrore sulla Torino-Cuneo, a processo un minorenne residente a Sommariva Bosco

«Facci vedere i 150 euro che hai nella sacca. Stai facendo il furbo. Dacci i soldi o di qui non esci» scene di ordinaria criminalità sulla tratta ferroviaria Torino-Cuneo, sabato 17 novembre 2018 poco prima che il convoglio entrasse nella stazione di Carmagnola. Due i rapinatori, un 22enne residente a Fossano (condannato a 2 anni e 8 mesi di reclusione e un’ammenda di 800 euro per le spese processuali) e un 17enne residente a Sommariva Bosco entrambi di nazionalità marocchina.

Il duo prendeva di mira pendolari distratti o addormentati (il povero malcapitato e’ stato picchiato per una felpa e 8 euro), le manette sono scattate grazie a questo episodio (a eseguire gli arresti la Polfer di Carmagnola poco dopo l’episodio) che si unisce ad altre 17 fra aggressioni e minacce ai danni di passeggeri della tratta Alba-Torino delle quali il minorenne dovrà rispondere in tribunale (l’iter processuale e’ ancora in corso per lui).

«Dagli I soldi altrimenti ti ammazza. Lui non scherza», così il compagno di rapine presentava alle vittime il giovane che comparirà di fronte al Tribunale dei Minori di Torino.

Davide Gallesio