Morto a 97 anni Livio Cella. Fu internato militare durante la guerra

BRA Livio Cella, ex-internato militare, di 97 anni, è deceduto nel pomeriggio di martedì, nella casa della figlia a Torino. Geometra, già presidente dell’associazione braidese Mutilati e invalidi di guerra, era nato nel 1922 in provincia di Treviso. Durante la seconda guerra mondiale, venne chiamato alla armi e si arruolò nei carabinieri; nel 1944 fu catturato dai tedeschi, ma non aderì alla repubblica di Salò e venne deportato nel campo 3.005 di Weiden, dove fu sottoposto ai lavori forzati. Liberato dai russi, alla fine della guerra, raggiunse a piedi Innsbruck, e poi , con un pullman messo a disposizione dal Vescovo, giunse in Italia. Si stabilì a Sommariva Perno, dedicandosi alla libera professione.

Morto a 97 anni Livio Cella. Fu internato militare durante la guerra

Il ricordo del sindaco Bruna Sibille:«Solo quaranta giorni fa, alla cerimonia del 25 aprile, dallo scalone del nostro municipio ci leggeva con voce forte e nitida il proprio intervento contro la carneficina della guerra, di tutte le guerre».

Valter Manzone 

Banner Gazzetta d'Alba