L’urlo soffocato, video itinerante di memoria condivisa

ALBA Realizzato da Guido Boffa, già regista di video documentari che hanno raccontato l’alluvione del 1994 e la spedizione di Danilo Manera nel Vaupés colombiano alla ricerca dei flauti dell’anaconda celeste  (1999), alle 21 di giovedì 21 novembre nella chiesa di San Giuseppe ad Alba verrà proiettato l’audiovisivo che  racconta   i fatti accaduti nella giornata del 19 novembre 1944 nel territorio di San Donato di Mango, quando furono uccisi dai soldati tedeschi e dai repubblichini quattordici tra adolescenti e uomini adulti.

In particolare il video documentario, voluto per fare luce sulle vittime di quei crimini di guerra, racconta le piccole storie dei civili giustiziati senza essere processati e del tutto estranei alle vicende partigiane. Ha il merito di avere coinvolto centinaia di studenti, dalle terze medie di Diano alle classi ginnasiali del liceo Govone di Alba.

Donato Bosca con Margherita Mo “Meghi”

Boffa ha costruito il video sulle testimonianze di Remigio Prunotto, della sorella dei tre fratelli Rivera, Maria Teresa, della sorella e del fratello di Giacomo Cane, Enza e Natale, della maestra Carolina Gennaro e dei partigiani Giovanni Negro, Margherita Mo, Felice Marino, Natale Veglio ed Oreste Nano, cui toccò l’ingrato compito di recuperare i corpi dei sette giovani oggi ricordati dalla lapide del pilone Chiarle.

Hanno collaborato al progetto anche Maria Prunotto, Denise Longo, Franco Barbero , Gemma Pio, Eugenia Bona e altre persone che possedevano  informazioni utili sui fatti di sangue che risalgono al 19 novembre 1944. Il video sarà argomento di discussione sul convegno che l’associazione Arvangia in collaborazione con altri ricercatori, istituti scolastici e case editrici promuove per documentare le vicende storiche che l’associazione Arvangia e la rivista Langhe da dieci anni a questa parte raccolgono dalla viva voce dei testimoni, conservano e fanno conoscere.

Aldo Agnelli con don Pellerino

Chi fosse interessato a collaborare all’iniziativa o volesse organizzare la presentazione del video documentario presso biblioteche e sedi dell’università della terza età è invitato a telefonare al cellulare 338-17.61.673 della segreteria che coordina il progetto.