Bastian contrari, tutte le puntate della rubrica

Il Bastian contari assume opinioni spesso divergenti da quelle della maggioranza. Vive di un pensiero libero, critico e eterodosso, di cui oggi sentiamo tremendamente il bisogno. Questa rubrica è fatta da voi e per voi che in fondo almeno una volta nella vita avete sognato di essere il Conte di San Sebastiano che nella battaglia dell’Assietta disubbidì all’ordine di ripiegare e con i suoi eroici granatieri concorse alla vittoria.

E allora scrivete a Bastian contrari  (posta.gazzetta@stpauls.it) e raccontatemi la vostra “eresia”. Sarà lo spunto per i miei corsivi.

Vostro Bastian.


18 febbraio 2020

Bastian contrari

Fervono i preparativi per la prossima edizione straordinaria, per i suoi novant’anni, della Fiera internazionale del tartufo bianco d’Alba. Perché sia tale è ora di concretizzare l’idea di un monumento a Giacomo Morra, il pioniere della trasformazione turistica della nostra città. Un monumento leggero, modello Pessoa a Lisbona, a colui che anticipò le moderne tecniche del marketing, creando intorno al tartufo bianco d’Alba un nuovo immaginario collettivo. Un monumento che ci ricordi che siamo famosi nel mondo perché abbiamo radici popolari e profonde che più cresciamo e più si innervano…

11 febbraio 2020

Bastian contrari

3 febbraio 2020, 27 gradi in Piemonte, segue il gennaio più caldo di sempre a livello globale. La casa comune brucia e i mutamenti climatici sono nel nostro cortile. «Le future generazioni sono in procinto di ereditare un mondo molto rovinato. I nostri figli e nipoti non dovrebbero dover pagare il costo dell’irresponsabilità della nostra generazione», ha ammonito papa Francesco. Mentre la politica dei palazzi romani è tutta assorbita dal dibattito sulla prescrizione nei processi in tribunale, tema cruciale per la nostra quotidianità e per il destino del nostro pianeta. Ribellatevi ragazzi, non c’è più tempo.

4 febbraio 2020

Bastian contrari

Ottima è stata la presenza della città di Alba alla manifestazione che si è svolta a Mondovì per stigmatizzare l’ennesimo episodio di antisemitismo e di odio razziale, fenomeni a cui purtroppo anche la nostra provincia Granda non risulta immune. E ciò è accaduto dopo la consegna, anche questa giustissima, del premio Tartufo dell’anno nel dicembre scorso alla senatrice a vita Liliana Segre. A ribadire che la città di Alba è prima di tutto legata ai suoi valori resistenziali, in cui tutti si devono riconoscere, poi viene la legittima dialettica delle parti politiche. Contro ogni discriminazione, ora e sempre.

28 gennaio 2020

Bastian contrari

Chiudono inesorabilmente le piccole botteghe, saracinesche abbassate su un’idea di Paese, di comunità, di destino.
Più di 200mila negozi di vicinato negli ultimi dieci anni hanno chiuso i battenti in Italia. Chiude con loro il diritto alla cittadinanza, perché in una piccola realtà di Langa o di montagna un negozio è
soprattutto questo. Ci avevano spiegato che grazie ai formidabili effetti della globalizzazione si sarebbe potuto abitare comodamente ovunque, sentendosi cittadini del mondo. Ci abbiamo creduto: con 20 euro voliamo a Parigi, mentre con la stessa cifra non facciamo più la spesa
a Paroldo perché non c’è più un negozio.

21 gennaio 2020

Bastian contrari

L’assessore albese alla sicurezza ha annunciato 1.560 nuove telecamere facendo impallidire Orwell e il suo Grande fratello. Verrebbe da pensare quasi una per ogni tetto, compiendo un passo in avanti rispetto alla sua precedente infelicissima battuta, quando sui comignoli auspicava i cecchini. Ovviamente non ha parlato di coperture economiche, mentre ritarda da ormai otto mesi l’installazione del vero servizio di videosorveglianza ai varchi della città previsto e finanziato dalla precedente Amministrazione. È il governo del dire ma qui servirebbe il fare o l’attuare il già fatto.

14 gennaio 2020

Bastian contrari

In corso Matteotti, nella nostra Alba, è ricomparsa da giorni una bella bici blu. Ricordate? Quelle elettriche a pedalata assistita, servizio di recente dismesso dall’Amministrazione comunale. L’ultima, abbandonata sul controviale, sembra ora richiamare la fenomenologia delle cose per ricordarci che avevamo un’opportunità di mobilità alternativa, ma ce la siamo giocata dandola vinta ai barbari. Dal Palazzo si è detto: studieremo altre forme di mobilità sostenibile. Per ora non s’è visto nulla, ma non sarebbe meglio ricominciare magari dallo studio dell’educazione civica?

7 gennaio 2020

Bastian contrari

Nelle scorse settimane, Gazzetta ci ha raccontato la storia di Omar, fuggito ventenne dalla feroce dittatura del Gambia per approdare nel nostro bel Paese. «Il temporale non durerà per sempre, sorgerà di nuovo il sole», si è detto per incoraggiarsi nel suo difficile cammino. Giunto infine in terra di Langa, dove ha trovato lavoro, decide di diventare volontario di Proteggere insieme, «per aiutare le persone a essere felici apprezzando le piccole cose… Perché un giorno senza sorriso è un giorno perso». Giovane maestro di umanità e di vita. Grazie Omar. Prima le persone…

10 dicembre 2019

Bastian contrari

Asti-Cuneo, l’eterna incompiuta, più che un’autostrada una Via crucis trentennale. Poi a ogni inaugurazione di fiera il ministro di turno annuncia che adesso è l’ora. Da ultimo con la ministra Dadone che rilancia: «Se l’Asti-Cuneo non la finiscono da Roma, ce la facciamo da soli». Si attrezzi il genius loci, prepariamoci a una fondazione Nuova autostrada. Qui la sfida è ancor più ardua del nuovo ospedale, ma si sa il territorio non manca di personaggi generosi e illuminati. L’acronimo sarebbe Fina (Fondazione intercomunale nuova autostrada). «Fina a quandi» direbbe il saggio langhetto. Usque tandem ribatterebbe l’intellighenzia nostrana. Già, la pazienza è finita, l’autostrada no…

3 dicembre 2019

Bastian contrari

L’ente Provincia di Cuneo, con 3.227 chilometri di strade e 72 fabbricati scolastici da gestire, è al terz’ultimo posto in Italia per i finanziamenti ottenuti da Roma, un milione e 100mila euro contro i circa dodici milioni di euro versati. La nostra città di Alba, storicamente virtuosa, ormai da anni ha raggiunto un’autonomia finanziaria, cioè a dire una capacità di far fronte alle proprie necessità solo con le proprie risorse, pari al 97 per cento, e ha quasi dimenticato il concetto dei residui trasferimenti statali. “C’era una volta il federalismo”, ah no era una favola, ce l’hanno raccontata e continuiamo a dormire.

26 novembre 2019

Bastian contrari

«Ma Pertinace fu creato imperadore contro alla voglia de’ soldati, li quali, essendo usi a vivere licenziosamente sotto Commodo, non poterono sopportare quella vita onesta, alla quale Pertinace gli voleva ridurre». Così Niccolò Machiavelli nella sua opera più celebre, Il principe, scriveva del nostro concittadino più illustre, l’imperatore di Roma per soli 87 giorni Publio Elvio Pertinace, che venne brutalmente assassinato a seguito di una congiura di palazzo. Tra i suoi ottimi intenti programmatici figuravano le seguenti azioni: cambiare i costumi, risanare le finanze pubbliche, allontanare i corrotti. I fatti si svolgono nell’anno 193 e sembra il 2019…

19 novembre 2019

Bastian contrari

Il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità la Dichiarazione di emergenza climatica e ambientale sulla spinta di una giovane onda verde che reclama futuro. Alba, negli anni, ha ridotto la CO2 con un apposito piano, idem per le polveri sottili e ha approcciato, fra le prime città d’Italia, il tema dei mutamenti climatici. Ma la dichiarazione di emergenza è la presa di coscienza, per dirla con papa Francesco, che «le precarie condizioni della nostra casa comune sono dovute principalmente a un modello economico vorace, orientato al profitto, con un orizzonte limitato». Un plauso ai giovani per la proposta e ai consiglieri che hanno votato unanimemente sì o, meglio, Laudato si’.
Banner Gazzetta d'Alba