Grandi Langhe ad Alba, anteprime d’Italia al via

RASSEGNA Grandi Langhe: lunedì 27 e martedì 28 gennaio, l’Albese sarà invaso da centinaia di operatori che verranno a degustare le nuove annate, in particolare il Roero 2017, il Barbaresco 2017 e il Barolo 2016, oltre al Nebbiolo d’Alba 2018 e ai vini del Dolcetto, Barbera d’Alba, Verduno e ai bianchi del 2019 o magari anche del 2018. Il quartier generale della rassegna sarà di nuovo il palazzo mostre e congressi Giacomo Morra, in piazza Medford, che – nonostante gli spazi contenuti – è in Alba la struttura più congeniale per l’evento che ha il mercato e il contatto con gli operatori come finalità. Gli spazi non abbondanti della sede obbligheranno anche quest’anno i consorzi promotori (il consorzio Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani e il consorzio del Roero) a limitare a 206 le aziende partecipanti, escludendo decine di altri produttori che sarebbero interessati.

Grandi Langhe si propone come prima iniziativa di presentazione delle nuove annate – il settore le ha da tempo battezzate anteprime – a livello italiano e questo permetterà di portare sull’Albese degli interlocutori disponibili al confronto e anche piuttosto motivati. È vero che il periodo presenta qualche rischio dal punto di vista atmosferico.  Anche per questo è stata fatta la scelta di concentrare l’operatività dell’evento e l’accoglienza in città per ridurre al minimo le incognite di eventuali peggioramenti climatici. Interlocutori dei produttori saranno compratori (buyers), ristoratori, enotecari, sommelier e giornalisti, operatori provenienti da oltre trenta Paesi, europei ed extra europei. Una particolare attenzione verrà dedicata agli importatori, accogliendone una cinquantina da tutta Europa. Anche l’allestimento degli spazi espositivi cercherà di facilitare il lavoro di ricerca da parte dei visitatori, suddividendo le aziende in base ai paesi di appartenenza.

Questo permetterà anche di valorizzare in modo adeguato le menzioni geografiche aggiuntive (Mega) di Barolo, Barbaresco, Roero, Dogliani e Diano e di conoscere gli altri vini dell’area. L’ingresso è riservato ai professionisti ed è gratuito. Chi tra gli operatori del territorio fosse interessato a partecipare deve soltanto provvedere ad accreditarsi sul sito www.grandi langhe.com. La manifestazione osserverà un orario continuato di apertura, dalle 10 alle 17.

Grandi Langhe è il primo evento di una serie di appuntamenti che vedranno i vini di Langa e Roero al centro dell’attenzione di operatori, giornalisti e appassionati del mondo intero.  La settimana successiva, infatti, a ruota di Grandi Langhe, si svolgerà – sempre ad Alba – Nebbiolo prima, il focus sulle ultime annate di Barolo, Barbaresco e Roero organizzato dal’Albeisa per la stampa specializzata.
Inoltre, il consorzio Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani annuncia per il 4 e 5 febbraio un grande evento a New York, negli Stati Uniti, intitolato Barolo & Barbaresco world opening (Bbwo), finalizzato a celebrare le nuove annate e le Mega di Barbaresco e Barolo. Infine, il consorzio del Roero sta lavorando alla nuova edizione, la quinta, di Roero Days, che il 5 e 6 aprile tornerà alla Reggia di Venaria, ma questa volta nel salone di Diana.

Giancarlo Montaldo