Coronavirus: il riepilogo delle norme in vigore e delle attività del Comune di Alba

ALBA Il 9 aprile la Regione Piemonte ha emanato il decreto numero 41 che prevede la chiusura di tutti gli esercizi commerciali dalle ore 13 del 12 aprile alla mezzanotte del 13 aprile, a esclusione di farmacie, parafarmacie ed esercizi di vendita di prodotti sanitari.

Nella serata di ieri, 10 aprile, il Presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte ha emanato un decreto che stabilisce le misure di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale, valide dal 14 aprile fino al 3 maggio.

Dopo i due provvedimenti queste sono le norme in vigore.

Il Comando di Polizia municipale di Alba effettua un’azione di presidio del territorio per informare sugli obblighi previsti dai decreti vigenti e per monitorarne l’applicazione.

•      Attività commerciali al dettaglio

Sospensione, a eccezione delle attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità. Dal 14 aprile potranno riaprire cartolerie, librerie e negozi di vestiti per bambini e neonati. Nelle attività aperte deve essere garantita la distanza di sicurezza interpersonale di 1 metro e gli ingressi devono avvenire in modo dilazionato.

 Sul sito del Comune di Alba sono pubblicati l’allegato 1 del Dpcm che elenca le attività di commercio al dettaglio che possono rimanere aperte e l’allegato 5 del Dpcm che individua le misure da adottare negli esercizi commerciali aperti.

•      Servizi di ristorazione

Sospensione. Consentita la ristorazione con consegna a domicilio, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie per confezionamento e trasporto.

Il Comune di Alba avvisa che rimarrà chiusa la Mensa comunale di Via Liberazione.

Sul sito del Comune di Alba è pubblicato l’elenco degli esercizi cittadini che effettuano consegne a domicilio.

•      Servizi alla persona

Sospensione, a eccezione delle attività elencate nei decreti.

Sul sito del Comune di Alba è pubblicato l’allegato 2 del Decreto che elenca le attività di servizi per la persona che possono rimanere aperte.

•      Altri servizi e attività aperte

Garantiti, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie, i servizi bancari, finanziari e assicurativi, nonché l’attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agro-alimentare comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi.

•      Pubbliche amministrazioni

Vengono svolte, in presenza dei funzionari, solo le attività indifferibili.

Sul sito del Comune di Alba è pubblicato elenco dei servizi resi da ogni ripartizione, con i relativi contatti telefonici e di posta elettronica, per consentire agli utenti di programmare la prenotazione dei servizi richiesti.

•      Attività produttive

Sospensione, a eccezione delle attività elencate.

Sul sito del Comune di Alba è pubblicato l’allegato 3 del Dpcm che elenca le attività che possono rimanere aperte.

•      Raccomandazioni alle attività professionali:

  • attuare modalità di lavoro agile al proprio domicilio o in modalità a distanza
  • incentivare ferie e congedi retribuiti
  • assumere protocolli di sicurezza anti-contagio
  • adottare strumenti di protezione individuale, ove non possibile rispettare la distanza interpersonale di 1 metro
  • incentivare sanificazione dei luoghi di lavoro

Si segnalano, inoltre, le seguenti misure:

•      Spostamenti

Consentiti solo se motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute.

•      Soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5 ° C)

Raccomandazione a rimanere in casa e limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante.

•      Luoghi pubblici o aperti al pubblico

Vietata ogni forma di assembramento di persone. Vietato l’accesso a parchi, ville, aree gioco e giardini pubblici. Non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto, ma solo attività motoria in prossimità della propria abitazione, nel rispetto della distanza interpersonale di 1 metro.

•      Soggetti in quarantena o risultati positivi al virus

Divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora.

•      Sport

Sospensione di eventi e competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in luoghi pubblici o privati, e sospensione delle sedute di allenamento negli impianti sportivi di ogni tipo.

 Il Comune di Alba aveva già provveduto a inoltrare dette prescrizioni a tutte le società sportive.

•      Eventi e manifestazioni

Sospensione di manifestazioni organizzate, eventi e spettacoli di qualsiasi natura in luogo pubblico o privato. Esempi di chiusura: grandi eventi, cinema, teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati; nei predetti luoghi è sospesa ogni attività. Chiusura dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura.

Il Comune di Alba avvisa che sono sospesi gli spettacoli previsti al teatro Sociale, nonché ogni altra manifestazione ed evento pubblico.

Il Comune di Alba avvisa che rimarranno chiusi i centri anziani comunali, la Biblioteca civica, il Museo civico, il centro giovani H sone, l’ufficio Informagiovani, il cimitero e  il canile.

•      Scuole

Sospensione di: servizi educativi per l’infanzia, attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado, frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie, università per anziani, corsi professionali e attività formative svolte da altri enti pubblici e da soggetti privati, corsi svolti dalle scuole guida.

Il Comune di Alba avvisa che rimarranno chiusi l’asilo nido comunale e il civico istituto musicale “Lodovico Rocca”.

•      Luoghi di culto. Cerimonie civili e religiose

Apertura dei luoghi di culto condizionata all’adozione di misure organizzative per evitare assembramenti di persone e tali da garantire la distanza di sicurezza interpersonale di almeno 1 metro.

Sospensione delle cerimonie civili e religiose, comprese quelle funebri.

Si segnalano, ancora, le seguenti misure di informazione e prevenzione:

•      Anziani e persone affette da patologie croniche o con multi morbilità o con stati di immunodepressione congenita o acquisita

 Si raccomanda di evitare di uscire dalla propria abitazione, se non nei casi di stretta necessità, e di evitare i luoghi affollati.

•      Persone in sorveglianza

Chiunque abbia fatto ingresso in Italia dopo aver soggiornato in zone a rischio epidemiologico deve comunicare tale circostanza al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio nonché al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta.

Il Comune di Alba invita con forza tutti i cittadini in tali situazioni a informare le autorità competenti, onde limitare i rischi di contagio.

Si ribadisce, nuovamente, l’importanza delle misure igienico-sanitarie:

a)        lavarsi spesso le mani;
b)        evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
c)         evitare abbracci e strette di mano;
d)        mantenere nei contatti sociali una distanza interpersonale di almeno un metro;
e)        praticare l’igiene respiratoria (starnutire o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
f)         evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri;
g)        non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
h)        coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
i)          non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
j)         pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol.