Cherasco: le regole da rispettare riassunte dal sindaco

Cherasco: le regole da rispettare riassunte dal sindaco

CHERASCO In un suo lungo post su facebook il sindaco Carlo Davico ha riassunto le regole da rispettare, secondo le norme nazionali. regionali e locali, per il contenimento del coronavirus:

1) Sono consentiti solo gli spostamenti all’interno della Regione Piemonte motivati da comprovate
esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute e per incontrare congiunti;
2) è fatto divieto a tutte le persone di trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in
una regione diversa dal Piemonte, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza
ovvero per motivi di salute;

Carlo Davico candidato sindaco per la lista Insieme per la tua Cherasco3) è consentita l’attività sportiva e motoria all’aperto ma solo se è svolta individualmente, a meno che non si tratti di persone conviventi. Si deve comunque rispettare la distanza di almeno due metri dalle persone che si incontrano. I minorenni e le persone non autosufficienti possono essere
accompagnati da una sola persona;
4) è fatto obbligo a tutti di indossare le mascherine di protezioni delle vie respiratorie ed è
raccomandato l’utilizzo dei guanti monouso ogni volta che si esce dalla propria abitazione ad
esclusione per i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non
compatibili con l’uso continuativo delle mascherine;
5) è fatto divieto di svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto;
6) è consentito l'utilizzo della bicicletta per gli spostamenti;
7) sono chiuse le aree attrezzate per il gioco dei bambini;
8) riapre il mercato settimanale, solo per i generi alimentari da martedì 5 maggio a Roreto e da giovedì 7 maggio a Cherasco capoluogo; l’accesso al mercato, è limitato ad un solo componente del nucleo
familiare, salvo comprovati motivi di assistenza che richiedano l’accompagnamento di altra persona
9) è vietato ogni tipo di assembramento e manifestazione;
10) sono chiusi i musei e le biblioteche;
11) sono sospese le attività di palestre, centri sportivi, centri benessere, centri culturali, centri sociali,
centri ricreativi;
12) è vietato l’accesso di parenti e visitatori alla nostra casa di riposo ed è limitato ai soli casi indicati dalla
direzione sanitaria della struttura;
13) sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi
alimentari e di prima necessità; l’accesso alle attività commerciali, è limitato ad un solo componente
del nucleo familiare, salvo comprovati motivi di assistenza che richiedano l’accompagnamento di altra
persona;
14) sono sospese le attività inerenti servizi alla persona (parrucchieri, barbieri, estetisti);
15) sono aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie, le parafarmacie;
16) è vietato recarsi a fare visita agli amici;
17) sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), salvo
la ristorazione con consegna a domicilio, dove è consentito il ritiro dei prodotti, ordinati da remoto; le
attività da asporto dovranno avvenire nella fascia oraria 6-21;
18) sono chiusi gli UFFICI COMUNALI; vengono, però, garantiti i servizi essenziali ed indifferibili con
continua reperibilità telefonica a servizio dei cittadini;
19) sono aperte le banche, le poste, secondo l’indicazione della direzione dell’Ente;
20) riapre l’isola ecologica;
21) la distribuzione dei sacchetti per la raccolta rifiuti sarà effettuata a domicilio.
22) continua il servizio di spesa a domicilio per gli anziani e disabili che non abbiano supporto familiare.
23) è fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche di evitare di
uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi dì stretta necessità.
Sul sito del Comune all’indirizzo www.comune.cherasco.cn.it potete trovare i testi completi del DPCM e delle
ordinanze regionali.
Tutte le attività vengono consentite purché venga rispettato il divieto di assembramento e il distanziamento interpersonale previsto e vengano utilizzate protezioni delle vie respiratorie.
La Fase 2 NON SIGNIFICA che siamo fuori dall’emergenza. Il Covid-19 non è sconfitto. Pertanto chiediamo a TUTTI di rispettare rigorosamente le regole e tenere comportamenti RESPONSABILI.

Banner Gazzetta d'Alba