Imbratta muri con scritte offensive nei confronti delle forze dell’ordine: denunciato

CANELLI Forse è la noia dovuta alla quarantena protratta che lo ha spinto a imbrattare i muri della dismessa stazione ferroviaria, con vernice spray: l’episodio, l’ultimo commesso in ordine di tempo, risale a un mese fa. L’autore, un diciannovenne residente nell’abitato, aveva prodotto alcuni graffiti legati alla simbologia anarchica e frasi offensive verso le forze dell’ordine. Prodezze da “writer” che non sono passate inosservate: la compagnia locale dell’Arma lo ha identificato dopo aver comparato i fotogrammi degli impianti di videosorveglianza con le fotografie presenti nel sistema di identificazione delle forze dell’ordine. Il giovane disoccupato, infatti, aveva precedenti penali per danneggiamento con incendio e deturpamento di beni pubblici; l’attività investigativa dei carabinieri ha permesso, inoltre, di collegarlo a un altro episodio, l’imbrattamento del chiosco e delle panchine in Piazza del Castello a Cassinasco, avvenuto alcuni giorni fa. Deferito alla Procura di Asti dovrà risarcire anche i danni provocati, qualora venga confermato l’impianto accusatorio.

Davide Gallesio