Niente riti tradizionali a Bra, la festa di Santa Rita da Cascia si sposta in Tv

BRA Il 22 maggio è la festa liturgica di Santa Rita da Cascia, una delle sante più popolari nella devozione. A Bra, in tempi normali, veniva celebrata alla chiesa di Santa Croce, con una Messa durante la quale venivano benedette le rose e nella chiesa dei Cappuccini, dove è presente una statua della santa; quest’anno, però, le due funzioni non si terranno.

Santa Rita verrà festeggiata a livello nazionale venerdì 22 maggio con una serie di dirette su Tv2000 (canale 28 del digitale terrestre, 157 di Sky e 18 di Tivùsat) e Inblu radio, dalla basilica di Cascia (Perugia) a lei dedicata e nella quale sono custodite le sue reliquie.  Alle 10.30 verrà celebrata una Messa, seguita dalla supplica e dalla benedizione delle rose presieduta da monsignor Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia. La sera, alle 19 la Messa sempre dalla basilica celebrata da padre Bernardino Pinciaroli; alle 21 Tv2000, Inblu radio, Avvenire, Sir, Federazione dei settimanali cattolici e Corallo, d’intesa con la segreteria generale della Cei, invitano i fedeli, le famiglie e le comunità religiose a ritrovarsi per recitare insieme il Rosario che verrà trasmesso anche su Facebook; infine solo su Tv2000 il film Rita da Cascia di Giorgio Capitano con Vittoria Belvedere.

La storia racconta che alla fine dei suoi giorni Rita, malata e costretta a letto, fece un’insolita richiesta a sua cugina venuta in visita: le chiese di portarle due fichi e una rosa dall’orto della casa paterna. Eravamo in piena stagione invernale e la parente la assecondò pensandola nel delirio della malattia. Invece, tornata a casa a Roccaporena (frazione di Cascia), vide in mezzo alla neve proprio una rosa e due fichi. Stupefatta li raccolse e tornò da Rita. Da allora, la rosa che diffonde il suo profumo ovunque è diventata il simbolo dell’amore della santa.

Lino Ferrero