Estate all’arena: film, foto, note e artisti al lavoro

Estate all’arena: film, foto, note e artisti al lavoro

ALBA Estate all’arena è il titolo del contenitore che da martedì 30 giugno a giovedì 6 agosto richiama gli albesi nell’arena Guido Sacerdote, tra la chiesa di San Domenico e il teatro Sociale, inviando un segnale di ripresa delle attività culturali. L’organizzazione è dall’assessorato alla cultura con il centro studi Beppe Fenoglio.

Spiega Carlotta Boffa: «La cultura non è un aspetto eventuale, ma uno dei fattori dai quali trarre ispirazione per la ripresa. Abbiamo scelto film e musiche che contengano il concetto di straordinarietà e possano rappresentare esempi di ripartenza».

Nelle intenzioni, la rassegna 2020 amplia l’ormai tradizionale programma del cinema all’aperto con la partecipazione delle associazioni culturali, obbligate ad annullare o modificare radicalmente la propria attività durante la pandemia.

Ad aprire la rassegna serale, martedì 30 giugno, sarà la proiezione del documentario Fabrizio De André e Pfm. Il concerto ritrovato di Walter Veltroni: si tratta del racconto dei retroscena del concerto che vide esibirsi insieme per l’ultima volta il cantautore genovese e il gruppo con il quale incise dei dischi divenuti classici per numerose generazioni.

Estate all’arena: film, foto, note e artisti al lavoro 1
Leonard Cohen con la moglie.

Giovedì 2 luglio seguirà Marianne & Leonard. Parole d’amore, con il quale il regista Nick Bromfield scava nella vita intima di un altro grande cantautore, Leonard Cohen, raccontato a partire dal legame sentimentale con la norvegese Marianne Ihlen, sua musa ispiratrice.

I due documentari, come tutte le proiezioni in programma ogni martedì e giovedì fino al 6 agosto, sono stati scelti dal cinecircolo Il Nucleo e saranno presentati alle 21.30 e poi commentati da Guido Harari e Alessandra Morra.

Il 7 luglio (ore 21.45) sarà la volta di Tutto il mio folle amore di Gabriele Salvatores, commedia on the road con protagonisti un padre fanfarone e un figlio autistico; il 9 luglio toccherà a Jo Jo Rabbit, premio Oscar per la miglior sceneggiatura e commedia sul nazismo spiegato ai bambini.

A metà luglio il ricordo, a cento anni dalla nascita, di un fuoriclasse del cinema italiano: Federico Fellini. Martedì 14 luglio è prevista la visione dello Sceicco bianco, primo incontro sul set tra il regista romagnolo e l’attore Alberto Sordi (anch’egli classe 1920). Nella stessa settimana sarà la musica a omaggiare l’autore della Dolce vita e il suo indimenticabile compositore Nino Rota. Giovedì 16 luglio Giuseppe Nova e gli Archimedi propongono Felliniana, esecuzione delle colonne sonore più celebri accompagnate dal montaggio a cura di Alba film festival. Il giorno seguente, venerdì 17 luglio, serata a cura di Alba & jazz e concerto del trio di Enrico Pieranunzi, per un Fellini in chiave jazz. Entrambi i concerti saranno a ingresso libero.

Estate all’arena: film, foto, note e artisti al lavoro 2
Federico Fellini

Ancora cinema il 21 luglio con uno dei successi italiani della stagione, Gli anni più belli di Gabriele Muccino, omaggio alla commedia all’italiana e allo stesso Fellini, e giovedì 23 con il trionfatore dei David, Il traditore di Marco Bellocchio, biografia del boss Tommaso Buscetta.

Il 28 luglio ci sarà poi il trionfatore degli Oscar 2020 e di Cannes 2019, il coreano Parasite di Bong Joon-ho, seguito giovedì 30 da Hammamet di Gianni Amelio, che narra la storia degli ultimi giorni di Bettino Craxi.

Tre infine gli appuntamenti di agosto: il 4 agosto Favolacce dei gemelli D’Innocenzo, reduci dal premio per la sceneggiatura al Festival di Berlino; il 5 agosto la serata Quando il cinema racconta: le storie di Paola e Cesare, con il regista Max Chicco – autore di Dancing paradise – e il fotografo Bruno Murialdo con Il genio, dedicato a Cesare Giaccone; infine il 6 agosto la commedia francese La belle époque chiuderà la parte cinematografica del programma.

Anche la fotografia trova una sua dimensione nel programma 2020. Il Gruppo fotografico albese cura quattro serate (ore 21.30) di videoproiezioni, tutti i mercoledì di luglio: tra gli ospiti anche il circolo Imago di Savigliano. Nell’arena Sacerdote ci sarà spazio anche per l’improvvisazione teatrale e gli artisti di strada, grazie all’associazione di volontariato Familupi’s, che presenta, sabato 25 luglio alle ore 21, la dodicesima edizione di Artisti al lavoro, con la partecipazione della compagnia Consuelo e Claudio e del duo comico Freakclown.

Alessio Degiorgis

Banner Gazzetta d'Alba