Marello su “Voucher Scuola”: «La Giunta trovi le risorse per andare incontro alle famiglie e riveda le sue priorità politiche»

Marello su “Voucher Scuola”: «La Giunta trovi le risorse per andare incontro alle famiglie e riveda le sue priorità politiche»
17-09-2019 XI LEGISLATURA - Marello

VOUCHER SCUOLA Durante il Consiglio regionale di martedì 8 settembre, nell’ambito dell’informativa svolta dall’assessore competente in merito all’avvio dell’anno scolastico, Maurizio Marello è intervenuto per ribadire l’importanza dei “Voucher Scuola” e in particolare affinchè la Giunta allochi a bilancio le necessarie coperture finanziarie per completare la graduatoria degli assegni di studio per il pagamento delle spese di iscrizione e frequenza scolastica.

In particolare Marello ha invitato la Giunta a trovare le risorse per andare incontro alle richieste delle famiglie che hanno presentato domanda per i Voucher Scuola, ticket che i cittadini possono utilizzare per spese e acquisti legati all’esercizio del diritto allo studio. Per fronteggiare le richieste sarà necessario bilanciare circa 15 milioni di euro.

«Oggi la politica si interessa a ciò che porta consenso nell’immediato e la formazione dei ragazzi dà certamente frutto, ma a lungo termine» – ha spiegato il Consigliere- «Questa amministrazione regionale ha dimostrato di essere in grado di trovare i soldi per i temi di suo interesse: è possibile raggiungere un obiettivo se si ha la volontà politica di farlo. Con forza, perciò, invitiamo l’amministrazione Cirio a prendere una decisione, trovare strumenti, mezzi per andare incontro alle esigenze di 40 mila famiglie: esigenze che hanno contenuto di aiuto economico ai nostri ragazzi. Chiedo alla Giunta di rivedere le priorità politiche in vista di un periodo delicato come quello che ci accingiamo ad affrontare».

«Dare una mano per l’acquisto dei libri, per il trasporto scolastico, alle famiglie – aggiunge Marello- significa sostenere il diritto allo studio per tutti, specie in un anno così particolare e difficile come quello appena iniziato. Un anno scolastico che vedrà impegnati gli insegnanti, il personale amministrativo, gli studenti e le loro famiglie in un sforzo collaborativo senza precedenti per garantire lo studio in presenza ed in sicurezza. La Regione Piemonte faccia pienamente la propria parte».

 

Banner Gazzetta d'Alba