Covid-19, all’ospedale di Verduno i ricoverati sono 132 con 6 casi in terapia intensiva

Attività chirurgica dell’Asl alla clinica Città di Bra: se ne parla in Regione 1
Veduta aerea dell'ospedale Ferrero di Verduno

VERDUNO Nel primo giorno di zona gialla, domenica 13 dicembre, il bollettino contagi della Regione ha comunicato mille nuovi casi registrati in Piemonte, pari al 12,1 per cento dei tamponi effettuati nelle ventiquattro ore precedenti: 817 riscontrati nella popolazione generale, 141 nelle residenze per anziani e 53 in ambito scolastico. La percentuale delle positività è più elevata rispetto ai giorni successivi anche alla luce del crollo dei tamponi molecolari effettuati, che sono stati in totale 8mila e 330, rispetto agli oltre 18mila effettuati il giorno precedente. Sono stati invece 36 i nuovi decessi e più di 2mila e 800 i nuovi guariti.

Per quanto riguarda la situazione degli ospedali, scendono a 291 i ricoverati in terapia intensiva, 13 in meno rispetto al giorno precedente, e di 22 quelli nei reparti Covid ordinari, pari a 22 unità in meno.

Riguardo alla situazione sul territorio, nella giornata di lunedì 14 dicembre, al nosocomio Ferrero di Verduno erano 132 i ricoverati nei reparti Covid, di cui 6 in terapia intensiva. Si tratta di un lieve aumento rispetto a venerdì, quando erano in totale 127. Ma comunque in calo rispetto alle settimane del picco della seconda ondata. E, man mano che diminuisce il peso sulla struttura determinato dalla pandemia, aumentano nuovamente i posti non Covid, che ieri mattina erano 135, di cui 5 in intensiva, secondo i dati di venerdì 11 dicembre.

Banner Gazzetta d'Alba